martedì , 30 Novembre 2021

Pescara, smantellamento del canile in via Raiale: repliche all’opposizione da Masci e Di Nisio

Pescara – Arriva sui social la replica del Sindaco Masci, dopo gli interventi delle opposizioni che ieri a margine della commissione Controllo avevano appreso come per gli animali custoditi in Via Raiale è ora “necessario dover adesso trovare di fretta il posto per 66 cani” aveva riferito il consigliere comunale Giampietro.
“Costruire un nuovo canile in pochi mesi è impossibile”aveva fatto presente in commissione l’assessore Di Nisio, secondo quanto riportato ieri da Giampietro.
Forse però per la custodia dei quattro zampe di Via Raiale c’è una soluzione in atto, ed è lo stesso Masci a confermarlo rispondendo tra i commenti del post a un cittadino che gli suggeriva di creare un tavolo di concertazione con il collega di Montesilvano. «Il tavolo già esiste, stiamo lavorando in quella direzione» ha commentato il sindaco. Sul tema è poi intervenuta  l’assessore Nicoletta Di Nisio che ha assicurato “daremo le giuste risposte a quanti hanno realmente a cuore le sorti degli amici pelosetti ricoverati in via Raiale”.

 

MASCI SU FB “L’opposizione non sa più cosa inventarsi! “

«Leggo sui social che io starei mettendo per strada “settanta cani”, per questo mi dovrei prima vergognare e poi dimettere da sindaco. L’opposizione non sa più cosa inventarsi! Ovviamente la questione è ben diversa. Devono partire i lavori di completamento della “Città della Musica”, opera iniziata con il progetto Urban alla fine degli anni ’90 e mai finita, che si trova proprio sul sedime dell’attuale canile, che dovrà quindi essere smantellato. In attesa di realizzare il rifugio per cani, che finalmente sostituirà quella struttura fatiscente e fuori norma, stiamo cercando una sistemazione provvisoria adeguata per i nostri amici cani. Dopo questa polemica priva di senso, creata strumentalmente dall’opposizione, rimarranno due cose: la prima, la Città della Musica completata dopo venti anni; la seconda, gli amici cani in un luogo più salubre e più adeguato alle loro esigenze.» Ha commentato il sindaco sul social blu.

DI NISIO  “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”

Sulla questione è intervenuta anche la titolare della delega alla tutela del mondo animale, Nicoletta Di Nisio.

«Gli uffici preposti sono infatti da tempo al lavoro per una risoluzione definitiva e non provvisoria – ha dichiarato l’assessore Nicoletta Di Nisio –  per tutelare la salute degli animali che oggi vivono in condizioni pietose dovute alla cattiva amministrazione di chi oggi urla e si arroga il diritto di criticare gli altri e non se stesso.  “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”, verrebbe da dire, visto che si fa finta di non conoscere la storia di quella struttura e di tutte le ispezioni fatte nel corso degli anni dal Dipartimento di prevenzione – Servizio Sanità animale della Asl – che ha sempre evidenziato la mancanza di autorizzazioni sanitarie e delle misure di sicurezza necessarie per rendere a norma la struttura. Dove sono stati in tutti questi anni i consiglieri Di Iacovo e Giampietro che hanno governato in questa città producendo il nulla assoluto? Perché non sono mai intervenuti a sanare le irregolarità che sono state comunicate periodicamente dalla Asl all’amministrazione di centrosinistra di cui hanno fatto parte? Dopo aver tenuto gli ospiti del canile in una condizione di totale irregolarità normativa, oggi dovrebbero tacere e ringraziare questa giunta che in pochi mesi sta cercando di risolvere un problema che loro stessi in maniera complice hanno determinato. I principali responsabili di tutto questo, invece, danno fiato alle trombe per nascondere la verità, pensando di essere ancora in campagna elettorale. Sono certa che, per precisa volontà da parte del sindaco Masci, daremo le giuste risposte a quanti hanno realmente a cuore le sorti degli amici pelosetti ricoverati in via Raiale».

Guarda anche

DOMENICO PETTINARI SU INSEDIAMENTO GIUSEPPE BELLELLI COME PROCURATORE DELLA REPUBBLICA

Pescara – “Ringrazio Anna Rita Mantini per aver guidato la Procura della Repubblica in questa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × uno =