domenica , 25 Ottobre 2020

A Caramanico Terme la cultura della montagna si unisce alle arti visive e alla letteratura

Caramanico Terme. La cultura della montagna si unisce alle arti visive e alla letteratura. Accade con Appennino Centrale, un festival cinematografico itinerante che si svilupperà nello scenario dei borghi più belli dell’Appennino abruzzese.
Tra settembre e ottobre, per cinque serate proiezioni cinematografiche, trekking letterari, presentazioni di libri, laboratori digitali per l’infanzia, animeranno il Parco nazionale d’Abruzzo e quello della Majella.
Si parte il 19, alle 16,00, negli spazi dell’ex Convento delle Clarisse, a Caramanico Terme (Pescara). L’ingresso è gratuito, per sostenere la partecipazione popolare e garantire la valorizzazione di luoghi magici del territorio abruzzese.
Per la realizzazione di “Appenino Centrale Film Festival” è stata siglata una partnership con il “Trento Film Festival”, uno dei più antichi festival cinematografici italiani ancora in attività, che affronta temi di cultura montana, esplorazione, alpinismo e ambiente. Un’altra collaborazione cinematografica di rilievo è stata siglata con la sede abruzzese del Centro Sperimentale di Cinematografia, tramite la proiezione di opere realizzate dai propri studenti durante l’evento. Il coinvolgimento di Cna-Cinema e Audiovisivo-sez. Abruzzo, prevede la creazione di incontri pubblici con autorevoli rappresentanti del settore audiovisivo.
Il festival è organizzato dall’associazione “Local evolution” con il sostegno della Fondazione Carispaq, in collaborazione con il cinema “Postmodernissimo” di Perugia, BlumagmaFactory e l’associazione “Pescasseroli e’W”, con il patrocinio del Parco Nazionale d’Abruzzo, Parco Nazionale della Majella, Cna- cinema e audiovisivo sezione Abruzzo e le amministrazioni comunali di Scanno (L’Aquila), Pescasseroli (L’Aquila), Villetta Barrea (L’Aquila), Sulmona (L’Aquila) e Caramanico.
In occasione della prima tappa dell’evento sono stati invitati: il regista nastro d’argento Nicola Ragone che presenterà il suo ultimo documentario Vado Verso Dove Vengo, realizzato per Matera 2019-Capitale Europea della Cultura, e il suo ultimo cortometraggio Soffio, con protagonista l’attrice pescarese Lucrezia Guidone; il produttore Globo d’oro Stefano Chiavarini, che presenterà l’opera Scaramucce del talentuoso regista lucano Alfredo Chiarappa.
Inoltre, tra le attività collaterali, è prevista un’escursione pomeridiana in natura a cura di Majambiente, la presentazione del libro “Cronache delle Restanza” di Savino Monterisi e il concerto di apertura a cura del cantautore Domenico Imperato.
Il programma della prima giornata
Sabato 19 settembre – ex Convento delle Clarisse nel borgo di Caramanico Terme.
– ore 16:30: Alla scoperta del borgo, visita nel centro storico di Caramanico con le guide di Majambiente e tappa finale al Convento.
– ore 17:15: Presentazione del libro “Cronache della Restanza” di Savino Monterisi alla presenza dell’autore
– ore 18:30: Concerto acustico del cantautore Domenico Imperato
– ore 21:00: Proiezione dei cortometraggi “Scaramucce” di Alfredo Chiarappa e “Soffio” di Nicola Ragone.
– ore 22:00: Proiezione del documentario “Vado verso dove vengo” e, a seguire, talk con il regista nastro d’argento Nicola Ragone.
Le prenotazioni si effettuano al numero 329-5943566 o via mail all’indirizzo info@controconvento.org.

Guarda anche

“Nei Vicoli del verso”, esce il volume di Massimo Pasqualone

San Giovanni Teatino. Per i tipi di Teaternum di Sambuceto esce il volume di Massimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 − 1 =