venerdì , 27 Novembre 2020

Elezioni Ordine dei Giornalisti: Presentata stamattina a Teramo la lista ContrOrdine

Teramo – Presentata anche a Teramo, con una partecipata conferenza stampa, la campagna elettorale di ContrOrdine per il rinnovo del Consiglio regionale e nazionale dell’Ordine dei Giornalisti. Un’occasione per presentare la squadra dei professionisti e pubblicisti candidati e lanciare i punti chiave del programma, a cui seguiranno altri incontri su tutto il territorio regionale, per illustrare una proposta che ha quale punto principale il rinnovamento dell’Ordine e della categoria.

All’incontro di stamattina erano presenti il candidato alla presidenza del Consiglio regionale Angelo De Nicola, i candidati consiglieri Flavia BuccilliAnna Fusaro e Giampiero Lattanzio, il candidato al Collegio dei revisori Edoardo Amato e il candidato al Consiglio nazionale Gennaro Della Monica. L’incontro si è tenuto, significativamente, nell’antico Caffè Grande Italia, nel cuore del centro storico, sociale e commerciale della città, a ribadire il legame di chi fa questo mestiere con la vita del territorio. 

La lista ContrOrdine si propone come forza di cambiamento: nuove idee, nuove energie, nomi nuovi per il rinnovamento a livello regionale e nazionale dell’Ordine dei giornalisti.

«Abbiamo formato una squadra coesa e inclusiva, capace di dare voce a tutte le anime della nostra professione – hanno detto i candidati di ContrOrdine – Nella lista di ContrOrdine ci sono precari, ci sono figure che rappresentano tutte le realtà attraverso cui la professione oggi si esprime, c’è un’ampissima rappresentanza femminile e ci sono storie professionali chiare e capaci di incarnare una concreta opportunità di cambiamento.

Il punto cardine. Noi siamo per l’Ordine, ma per un Ordine rinnovato: oggi abbiamo una presidenza regionale che dura da 16 anni, un consigliere nazionale che è in carica da 22 anni, e siccome da giornalisti siamo i primi a lamentare lo status quo quando ce lo troviamo davanti, ad esempio certi politici attaccati col bostik alla poltrona, senza fare nessuna polemica chiediamo un cambiamento di passo e lo chiediamo alla categoria. Per questo abbiamo deciso di chiamarci “ContrOrdine”. 

Il programma. Ci proponiamo ai colleghi con alcune idee di partenza, a cui se ne potranno aggiungere altre, che puntano tutte a ricucire in modo condiviso un rapporto di fiducia fra Ordine e mondo esterno. Noi lo faremo lavorando per una riforma seria della categoria; adoperandoci a favore dell’affermazione dei diritti e del rispetto delle regole; proponendo una vera e propria riqualificazione della categoria; considerando le nuove tecnologie buone opportunità perché il nostro lavoro cresca e dia da vivere a chi lo sceglie; dando grande attenzione alla formazione professionale, alla deontologia e a una necessaria legge per l’editoria anche in ambito locale; adoperandoci per il riconoscimento del lavoro dei giornalisti negli ambiti pubblici e privati in cui oggi operano; cercando, infine, un contatto necessario con il mondo della scuola, perché i ragazzi ricevano dagli addetti ai lavori i fondamenti di una corretta educazione all’attualità e all’uso dei media, soprattutto dei nuovi media. Con questo bagaglio di prime idee e le nostre storie invitiamo i colleghi a costruire, insieme, un’alternativa. Un Ordine davvero rinnovato. 

Non siamo e non saremo un bigliettino fuori dal seggio elettorale, ma una lista di persone, di giornalisti, di professionisti e pubblicisti che vogliono cambiare il corso delle cose».

I giornalisti residenti nella provincia di Teramo potranno votare domenica 15 novembre, dalle 10 alle 18, nel seggio allestito nella sala conferenze del palazzo vescovile, in piazza Martiri della Libertà.

Guarda anche

Tesseramento ANPI: necessario un “antifascismo quotidiano” da parte di Istituzioni e cittadini

Pescara – Il 26 e 27 settembre in tutta Italia l’ANPI incontrerà le cittadine e i …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 − otto =