sabato , 12 Giugno 2021

Carenza idrica a Montesilvano, la replica dell’assessore Pompei alle opposizioni

POMPEI: “IL SINDACO SEMPRE MOLTO PRESENTE NELLA GESTIONE DELLA CARENZA IDRICA

Montesilvano – L’assessore ai Servizi e Manutenzioni Alessandro Pompei replica alle opposizioni PD e M5S che nella giornata di ieri a seguito di quanto emerso dalla commissione di Garanzia istituita sul tema con una nota stampa avevano accusato il sindaco De Martinis di essere poco incisivo con l’Aca nella gestione della carenza di acqua. 

«Le problematiche di carenza idrica denunciate dall’opposizione e pubblicate su alcuni organi d’informazione – afferma l’assessore Pompei – fanno riferimento ad un periodo di conclamata emergenza idrica manifestatasi in tutto il periodo estivo sull’intero territorio regionale e quindi anche sui comuni gestiti da ACA. A fronte di tale carenza idrica si sono registrati cali generalizzati di pressione della rete idrica e  ACA ha programmato turnazioni di chiusura notturna dei serbatoi nella maggior parte dei Comuni.

Tali cali di pressione sono stati segnalati anche da cittadini di Montesilvano nelle zone di via Vestina, al confine con Villa Carmine e alla verifica dei tecnici ACA è stata registrata la pressione nelle 24 ore, riscontrando sempre pressioni regolari nel rispetto del contratto di servizio pari a 0,5 atm, e spesso è stata riscontrata la presenza di impianti autoclave dotati di serbatoi sottodimensionati rispetto alle utenze sottese. In  particolare nel condominio le Farfalle di via Senna, è stato riscontrato un problema interno di ostruzione della rete condominiale che impediva la ricarica del serbatoio autoclave rispetto al quale è bastato un intervento del tecnico condominiale di disotturazione della linea per il ripristino della fornitura. Analogamente, sempre a titolo d’esempio, al condominio Le Rondini di Via delle Coccinelle 1 è stato riscontrato un funzionamento anomalo dell’impianto interno condominiale, che impediva la ricarica del serbatoio e a seguito dell’intervento del tecnico condominiale è stato ripristinato il normale afflusso idrico. Il sindaco De Martinis si è recato spesso, con i tecnici dell’ACA, nei condomini interessanti, incontrando i residenti per cercare una soluzione ai vari problemi. Il sindaco inoltre è stato sempre molto presente con Aca, trasferendo tutte le esigenze del territorio in merito ai disagi del Comune che amministra e Aca ha dato massima priorità agli interventi di ricerca e prevenzione. Una collaborazione proficua, come accade con la maggior parte degli amministratori locali, per cercare di superare e migliorare i problemi che hanno creato decenni di cattiva gestione dell’Ente in cui manutenzione e servizi al cliente erano solo chimere.

Perdite idriche, messa in sicurezza delle reti sono vocaboli che erano sconosciuti prima della nostra gestione: problemi da noi stessi riscontrati e che sono prontamente presi in carico. Non è un caso che nel 2019 e 2020 la manutenzione ordinaria e straordinaria in ambito idrico e fognario sono stati per la città di Montesilvano di circa 1 milione e 800mila euro. Inoltre sul piano degli investimenti Montesilvano ha una fetta importante, perché fa parte della dorsale Montesilvano-Pescara-Francavilla: un investimento da 15 milioni di euro. Riteniamo che bisognerebbe evitare polemiche sterili in questo momento in cui il sistema idrico gode di un’attenzione mai avuta prima».

Guarda anche

Superbonus: l’ordine degli Architetti di Pescara: “personale sottodimensionato e procedure farraginose, intera filiera bloccata”

La nota dell’ordine degli Architetti di Pescara sull’accesso agli atti edilizi: “ Tecnici, banche, agenzie, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + 10 =