domenica , 14 Luglio 2024

Articolo Uno: la Regione Abruzzo non limiti il diritto di accesso all’Interruzione Volontaria di Gravidanza

Pescara – “La Regione Abruzzo andando contro le direttive del Ministero della Salute ha emanato “la forte raccomandazione” di trasferire la somministrazione della pillola Ru486 dai consultori alle strutture ospedaliere. Lo fa durante un pandemia limitando di fatto l’accesso all’Interruzione Volontaria di Gravidanza.”

È quanto denuncia Francesco D’Agresta, Segretario provinciale Articolo Uno Pescara aggiungendo:
«Ancora una volta la libera scelta delle donne e la loro salute vuole essere piegata alle idee politiche di una parte.
Siamo con tutte le donne e gli uomini abruzzesi che in questi giorni hanno deciso di alzare la voce contro questa pericolosa deriva ben rappresentata anche dai manifesti contro l’aborto comparsi a Pescara. 
Ribadiamo il diritto alla libera scelta delle donne. La rete dei consultori va rafforzata non depotenziata, invitiamo pertanto l’assessore Verì a tornare sui suoi passi dimostrando di saper dare priorità ai diritti delle donne abruzzesi.»

Guarda anche

Reddito di cittadinanza, concluso il progetto del Comune di Pescara per 14 famiglie

Un pomeriggio di festa a Villa de Riseis per bambini e ragazzi Pescara – Un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *