venerdì , 18 Giugno 2021

Pescara, Scuola Michetti: il Centrosinistra “rischio di sgombero a giugno per la sede provvisoria”

Pescara «Non c’è pace per l’edilizia scolastica a Pescara. Dopo le aule bunker nelle scuole di Borgomarino e viale Regina Elena, ora la maggioranza di centrodestra mette a rischio un altro plesso: nel giorno in cui dà il via libera ai lavori sulla scuola media Michetti di via del Circuito, finanziati grazie al centrosinistra nel 2018, il Consiglio comunale si è infatti rifiutato di chiedere alla Giunta Masci di modificare la delibera con cui fissa al mese di giugno 2021 la fine della concessione della ex scuola di Villa Fabio come sede provvisoria per la scuola dell’infanzia Rigopiano, per la scuola primaria San Giovanni Bosco e per la media Michetti, i tre cicli del quartiere ospedale rimasti senza sede dopo la chiusura dei plessi di via del Circuito e via Monte Siella».

A denunciarlo i consiglieri comunali di centrosinistra del Comune di Pescara. “Abbiamo chiesto, con una mozione, di modificare la delibera di giunta n. 313 del 2020, che assegna all’Istituto comprensivo 4 i locali della ex scuola Villa Fabio per il solo anno scolastico 2020/2021: un tempo oggi diventato insufficiente per completare lavori sulla media Michetti che inizieranno non prima di aprile” rileva la consigliera comunale Stefania Catalano, prima firmataria della mozione sottoscritta anche dai consiglieri Piero Giampietro, Francesco Pagnanelli, Marco Presutti, Giovanni Di Iacovo, Marinella Sclocco e Mirko Frattarelli.

“Una delibera che individua lo stesso immobile di Villa Fabio come sede del centro Alzheimer della Asl di Pescara già alla fine dell’anno scolastico vigente. Occorreranno almeno 400 giorni perché la media Michetti di via del Circuito possa essere completata, e la bocciatura in aula della nostra mozione rischia di mettere seriamente a rischio la ripresa dell’anno scolastico nel pur insufficiente e precario plesso di Villa Fabio per centinaia di bambini e ragazzi delle scuole dell’infanzia Rigopiano, primaria San Giovanni Bosco e media Michetti”.

Il centrosinistra si dice “stupito dal no del Consiglio comunale ad una proposta di buonsenso che avrebbe garantito maggiore stabilità alla comunità scolastica: al di là delle rassicurazioni verbali dei singoli amministratori, le delibere di giunta infatti dicono cose molto nette e ad oggi dicono che alla fine di questo anno scolastico il plesso di Villa Fabio sarà adibito a centro Alzheimer, mentre la scuola Michetti sarà un grande cantiere e nulla si muove sul plesso di via Monte Siella”.

Guarda anche

Pescara, cantiere di viale Marconi: il Centrosinistra “eterno e senza scadenza mezza città in ostaggio”

Pescara – «Mezza città continua ad essere tenuta in ostaggio dai capricci della giunta Masci …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =