mercoledì , 22 Settembre 2021

Ritorno alla natura: eventi in tutta la Regione con la Festa delle Oasi WWF

Escursioni in canoa e in bicicletta, visite guidate sui sentieri, giochi per i più piccini, divertimento per tutte le età nelle 6 Oasi WWF in Abruzzo e in tre aree “Oasi per un giorno” 

Pescara – Presentata questa mattina con una conferenza stampa, la Festa delle Oasi WWF 2021, in programma il 5 e il 6 giugno prossimi. «Un vernissage anticipato – ha spiegato Filomena Ricci, delegato regionale del WWF – per consentire a tutti coloro che vorranno esserci di partecipare a una festa quest’anno dedicata all’attesissimo ritorno alla natura: adulti, ragazzi, bambini, famiglie… tutti, con una semplice prenotazione gratuita sui siti e sui canali social delle Oasi e del WWF Abruzzo, necessaria a garantire il rispetto delle norme anti-Covid, potranno tornare a godere della bellezza e del fascino degli spazi naturali protetti dal WWF in una giornata di riconquistata libertà». 

Moltissime ricerche e studi scientifici ci spiegano come la pandemia che stiamo vivendo sia la conseguenza di un rapporto “malato” con la natura. La Giornata delle Oasi richiama proprio l’urgenza di proteggere e rigenerare gli ambienti naturali, uno dei pilastri della Campagna WWF ReNature Italy lanciata quest’anno, che si propone di recuperare i danni inflitti agli ecosistemi del pianeta e tutelare efficacemente il nostro Capitale Naturale a beneficio delle generazioni attuali e future, arrestando e invertendo la curva di perdita di biodiversità. 

La giornata Oasi è anche l’occasione per ricordare come le aree protette del WWF siano uno dei più grandi progetti di conservazione che l’Associazione svolge da più mezzo secolo: le oltre 100 Oasi distribuite nel territorio nazionale hanno contribuito a tutelare luoghi, ecosistemi, flora e fauna; hanno introdotto milioni di adulti e bambini alla conoscenza della natura e migliorato il rapporto con l’ambiente; favorito e stimolato la ricerca scientifica su ecosistemi, specie e conservazione della biodiversità.  

«In Abruzzo – ha continuato Filomena Ricci – le Oasi WWF sono 6: Lago di Penne, Fosso Giardino, Gole del Sagittario, Calanchi di Atri, Lago di Serranella e Cascate del Verde, le ultime 4 gestite dell’Istituto Abruzzese Aree Protette (IAAP). Sono laboratori di buone pratiche per la biodiversità, di gestione dei conflitti con i grandi carnivori, di coinvolgimento delle popolazioni locali e animazione sociale. Le Oasi raccontano anche di positive esperienze di lavoro, spesso in aree interne altrimenti marginali: seppur con differenti tipologie contrattuali e diverse forme di collaborazione, grazie soprattutto alle cooperative che operano nelle Oasi sono oggi circa 70 le persone che hanno un contratto di lavoro nelle aree protette WWF in Abruzzo. Luoghi che hanno anche un’enorme potenzialità di attrazione turistica: l’estate scorsa abbiano raccolto un grande desiderio di natura da parte di cittadini e turisti e sono state più di 60.000 le persone che hanno deciso di trascorrere un po’ del loro tempo nelle nostre Oasi».  

«Il 5 e il 6 giugno – ha spiegato Andrea Natale, direttore dello IAAP – saranno tanti gli eventi, come si potrà vedere nei programmi dettagliati pubblicati su siti e canali social delle Oasi e del WWF Abruzzo. Tra le principali attrattive: nell’Oasi WWF Lago di Penne si potranno svolgere visite guidate in canoa, escursioni in bicicletta e percorsi naturalistici con esperti ed è inoltre prevista la presentazione del numero speciale del periodico De rerum Natura “Alberi senza patria”. Nell’Oasi WWF delle Gole del Sagittario ad Anversa degli Abruzzi sono in programma escursioni e visite guidate, esperienze di yoga e il gioco dell’Orso con i più piccoli. Nell’Oasi WWF Fosso Giardino di Martinsicuro ci si potrà divertire sul percorso natura, con il laboratorio sull’argilla e si potranno prendere informazioni sull’Art Camp – campo estivo 2021 e sul progetto Piedibus del Comune di Martinsicuro. Nell’Oasi dei Calanchi di Atri proprio in questa occasione sarà inaugurato il “Giardino dei frutti antichi” e ci saranno inoltre escursioni guidate, laboratori per i più piccoli sul tema dell’orto e una caccia al tesoro. Nell’Oasi WWF Lago di Serranella, che ospiterà l’evento regionale, sarà possibile godersi arte e natura lungo il percorso delle Lanche, conoscere l’Oasi lungo il sentiero del Greto e il percorso degli Orti e scoprire la testuggine palustre tramite un’attività di laboratorio. Saranno graditi ospiti della giornata i Carabinieri forestali del Comando di Chieti».  

Alla grande festa del WWF parteciperanno anche altre tre aree in veste di “Oasi per un giorno”, i Parchi attrezzati di Fiume Fiumetto di Colledara e dell’Annunziata di Orsogna e la Riserva del Borsacchio a Roseto degli Abruzzi. A Fiume Fiumetto saranno organizzati un laboratorio per bambini e un incontro informativo con un biologo faunistico; a Orsogna un’attività di conoscenza e di pulizia dell’area; a Roseto, insieme alle Guide del Borsacchio un’uscita per la pulizia della Riserva e un incontro di educazione ambientale. 

Guarda anche

AMP di Cerrano rifiuti tra le dune: SOA e Paliurus “stop a palme e ombrelloni in plastica sulle spiagge abruzzesi”

SOA e Paliurus: altro che mare “plastic free“, avviamo campagna per vietare questi oggetti.Cerrano faccia da apripista …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2 + 5 =