martedì , 28 Settembre 2021

Punto Blu area Chieti-Pescara: lettera aperta da Webstrade “servizio insufficiente”

Pescara – Riceviamo e pubblichiamo la lettera aperta dell’ Arch.G. Di Giampietro, presidente di Webstrade.

A società Autostrade
Alla Stampa locale
Ai politici locali


1.È  indecente la mancanza di rispetto per la clientela dell’unico Punto Blu dell’area Chieti-Pescara, oltre 35O mila abitanti,  nodo di traffico tra la direttrice adriatica e l’asse transappenninico per Roma.
2. La sede, esclusiva per acquistare tessere, cambiare telepass, ottenere fatture e per molte operazioni di routine per chi usa e lavora in autostrada  è unica in un raggio di 50 km, in un’area ad alta densita di traffico e di popolazione. Da molti anni è stato chiuso l’altro punto blu di Pescara  Nord Città Sant’Angelo.
3. Oltre all’insufficienza del servizio, non sostituibile e senza concorrenti, c’è un orario che sembra fatto solo per gli impiegati e non per l’utenza 9-17 Lun-Ven. Chiuso nei fine settimana e quando le persone che vanno in vacanza possono usare l’autostrada. 
4. Si chiede diAumentare i punti di accesso sl servizio (da subito almeno anche Pescara Nord)
5. Aumentare l’orario del servizio h24 nel periodo estivo. Ci sono tanti giovani che vorrebbero lavorare.
6. Se non siete in grado di servire l’utenza, esternate il servizio ad altri, e usate forme telematiche di servizio. Si tratto di un monopolio inefficiente e  intollerabile.
E’ gradito una risposta sugli impegni di azione.
G. Di Giampietro, Montesilvano

Guarda anche

Aeroporto d’Abruzzo, tra giugno e agosto più di 164 mila passeggeri

Catone: “Per l’Italia, Lombardia e Sicilia i mercati con più passeggeri, per l’estero al primo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre × quattro =