domenica , 14 Luglio 2024

Autovelox s.s.81 a Pianella: mozione delle opposizioni sul limite di velocità di 50 km/h

Pianella – «L’Autovelox killer sulla statale S.S. 81 e il limite di velocità di 50 Km/h, (in aperta campagna dove ci sono poche abitazioni a distanza di almeno 30 metri dalla banchina della strada), hanno tolto molti soldi dalle tasche dei cittadini di Pianella e dei Comuni limitrofi. È stata una scelta del Sindaco che ha dato mandato verbale all’ufficio della Polizia Municipale di avviare un iter che ha comportato, dapprima la richiesta di riduzione della velocità e successivamente l’apposizione dell’Autovelox. Il tutto per far affluire nelle casse dell’Ente del denaro fresco, ed evitare il ricorso all’anticipo di Tesoreria e successivamente per avere fondi da utilizzare senza ricorrere ai mutui. Tuttavia molte famiglie sono esasperate dalla situazione sia per l’esborso ingente di denaro, sia per il rischio di perdita della patente che renderebbe arduo anche lo spostamento per recarsi al lavoro, soprattutto in zone dell’entroterra vestino prive di servizi pubblici adeguati.»

Con queste parole i Consiglieri comunali Gianni Filippone e Massimo Di Tonto accusano il Sindaco per la scelta dell’installazione di autovelox sulla S.S. 81, secondo loro questa necessità non è stata dettata dalla sicurezza stradale, per la quale suggeriscono si sarebbero potute utilizzare altre soluzioni.
«Se si fosse trattato di sicurezza stradale –spiegano– Egli non avrebbe puntato tutto sull’autovelox della SS 81 abbandonando da circa due anni i controlli mobili attraverso le quattro colonnine già site sul territorio comunale.»

I Consiglieri Comunali di opposizione, dopo aver avviato una raccolta di firme e averle consegnate a tutti gli Enti preposti, si sono singolarmente attivati con istanze e ricorsi alle Autorità competenti per poter ripristinare la regolazione della velocità su quel tratto della SS 81. Di Tonto e Filippone hanno anche presentato una mozione che verrà discussa durante il Consiglio Comunale di Pianella convocato per mercoledì 29 settembre 2021 alle ore 17 con oggetto: “Mozione per il ripristino del limite di velocità a 70 km/h sulla S.S. 81 (ANAS), per insufficienti motivazioni tecniche e non elevato tasso di incidentalità, nonché mancata analisi accurata del numero, della tipologia e delle cause dei sinistri; con ulteriore richiesta di disinstallazione dell’Autovelox”.
La mozione aggiungono i due consiglieri, vuole dare una soluzione alle incessanti richieste di cittadini, Sindaci ed Enti dell’area vestina, «vessati da circa 14 mila sanzioni. È giusto discutere delle possibili alternative all’autovelox in un’ottica di prevenzione e di sicurezza stradale, ma non si può per questo moltiplicare le sanzioni che vengono interpretate solo come repressione.»

Da Filippone e Di Tonto l’invito ad ascoltare in streaming il Consiglio Comunale,« sperando che gli organi preposti si adoperino per rendere effettivo il diritto di partecipazione del popolo e per trovare soluzioni adeguate, senza trincerarsi dietro il paravento della formalità della legge evitando così la copiosa presenza di pubblico». Concludono.

Guarda anche

Polizia Locale: a Sulmona un corso per gli agenti, Santangelo: “Formazione indispensabile”

Sulmona – “È indispensabile investire sulla preparazione degli agenti di Polizia Locale che andranno a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *