domenica , 29 Gennaio 2023

Case ATER a Chieti Scalo: Stella (M5S) “richieste residenti vanno ascoltate”

Chieti – Grande partecipazione ieri pomeriggio per l’incontro organizzato dal Movimento 5 Stelle nel quartiere Villaggio Celdit di Chieti Scalo. Le istanze dei tanti cittadini presenti sono state raccolte dalla Consigliera regionale Barbara Stella, dalla Deputata Daniela Torto e dal Capogruppo al Comune di Chieti, Luca Amicone.

“Il Villaggio Celdit è un quartiere popolare in cui insistono le case Ater di proprietà della Regione Abruzzo  – spiega Barbara Stella –  qui risiedono molte famiglie e anziani, che vivono numerose difficoltà. Quasi tutti gli immobili, infatti, presentano un cattivo stato di manutenzione. Il disagio più incombente è dovuto alle impalcature montate da 18 mesi nella facciata di un corpo di questi complessi edilizi e ai lavori di manutenzione che sono fermi ormai da troppo tempo. Nei lunghi mesi di stallo la polvere e la sporcizia che si è accumulata sulle strutture ha creato ai residenti tanti problemi. Senza contare le problematiche legate alla sicurezza, in quanto sulle impalcature si può arrampicare chiunque ed entrare nelle abitazioni. Ma non solo, in molti appartamenti c’è un sistema di riscaldamento obsoleto, umidità, muffa sulle pareti e infissi rotti da sostituire. Visitando questi quartieri sono visibili a occhio nudo le pareti esterne delle palazzine molto ammalorate che cadono a pezzi e creano una condizione di degrado che i cittadini di queste zone non meritano. 

Quelle ascoltate ieri – conclude Stella – sono istanze legittime che vengono dal basso, da cittadini abbandonati da troppo tempo. Per questo mi attiverò, insieme ai miei colleghi del Movimento 5 Stelle, con tutti gli strumenti a mia disposizione affinché la Regione Abruzzo, guidata dal Presidente Marco Marsilio di Fratelli D’Italia, dia risposte con azioni concrete e soprattutto rapide” conclude.

Guarda anche

Revoca concessioni cimiteriali a Pescara: il M5S “inaccettabile, già pagate in anticipo per 99 anni“

Pescara – Il Movimento 5 Stelle torna sulla vicenda già denunciata nei mesi scorsi, quando oltre 620 famiglie erano …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La tua pubblicità su Hg