domenica , 21 Luglio 2024

Aeroporto d’Abruzzo: Bruni “Al netto dei tagli di Linate e Torino, passeggeri in aumento” …ma non convince D’Alfonso

Pescara – “Il taglio dei collegamenti per Milano Linate e Torino, ricordiamo legato esclusivamente a motivazioni commerciali delle compagnie, è ormai un fatto noto. È evidente che con due collegamenti in meno, il numero dei passeggeri si riduca”, commenta il direttore generale Saga Luca Bruni. “Al netto della cancellazione di quelle due rotte particolarmente utilizzate nel periodo invernale da tutta quella utenza che si muove per ragioni di lavoro, l’aeroporto d’Abruzzo sarebbe ancora una volta in crescita”. 

“Se andiamo a sommare i passeggeri che sono stati registrati dai due voli, nel periodo gennaio-aprile 2023 quando cioè erano ancora operativi, vediamo che il risultato è di 32.856, con Linate che nei 4 mesi aveva totalizzato 19.560 viaggiatori e Torino 13.296”, prosegue Bruni. “Senza questi due voli, nei primi 4 mesi del 2024 Abruzzo Airport ha raggiunto 206.359 passeggeri. L’anno prima i passeggeri erano stati 220.416, ossia 14.057 in più. Tolti i 32.856 passeggeri di Milano Linate, che in autunno andremo a recuperare con la continuità territoriale e Torino che proprio in questi giorni rientra in operatività nell’ambito della summer, l’aeroporto sarebbe addirittura in crescita di oltre 18.799 mila unità”.

D’Alfonso “La difesa sui dati negativi sfiora il non sense, spieghi motivi del crollo transiti”

“La replica del direttore generale dell’aeroporto d’Abruzzo, Luca Bruni, ai dati che vedono in netta riduzione il numero dei passeggeri che transitano per Pescara (ben 19.022 in meno negli ultimi seimesi) sfiora il non sense. In pratica, è come se l’allenatore di una squadra che ha appena perso per tre a zero dicesse che se gli avversari non avessero segnato tre gol, la partita sarebbe finita in parità. Invece di arrampicarsi sugli specchi in maniera così indecente, Bruni dovrebbe spiegare perché sono stati cancellati i voli per Linate e Varsavia, perché le frequenze per Torino, Barcellona (Girona), Bergamo, Dusseldorf, Malta e Memmingen sono state ridotte e, soprattutto, perché gli orari dei voli di quest’anno sono molto più scomodi rispetto a quelli dell’anno scorso pur mantenendo le stesse destinazioni. Dovrebbe anche spiegare come mai non vi è traccia del cantiere del famoso allungamento della pista dell’aeroporto, finanziato nel 2016 dalla giunta regionale che ho presieduto e avviato in pompa magna dal presidente Marsilio soltanto a febbraio scorso, per poi essere immediatamente abbandonato.” Ha commentato l’On Luciano D’Alfonso del Partito democratico.

Guarda anche

L’aeroporto d’Abruzzo diventa Autism Friendly

Firmata la convenzione con Angsa Abruzzo per dare supporto ai viaggiatori con autismo Anche Abruzzo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *