sabato , 20 Luglio 2024

Via Andrea Doria a Pescara: botta e risposta tra Costantini e il Municipio

Pescaa – Nella giornata di ieri il candidato sindaco per il Centrosinistra a Pescara, Carlo Costantini  si era recato in via Andrea Doria dove aveva realizzato un filmato poi diffuso sui canali social, Costantini nel video, criticava i lavori in corso,  affermando:

«Qui con ogni probabilità si sta consumando un disastro peggiore rispetto a quello che si è consumato in Viale Marconi il progetto è letteralmente un progetto di ampliamento di via Andrea Doria in realtà si sta trattando di un progetto di restringimento di via Andrea Doria» Secondo quanto detto da Costantini,  il progetto prevedeva la demolizione del muretto lato fiume, e l’ampliamento della sede stradale utilizzando una parte significativa della banchina. «…non è pensabile mettere in campo, installare un cantiere come questo senza aver prima accertato meticolosamente che tutte le autorizzazioni ai presupposti per il completamento dell’opera siano stati rilasciati, –aggiungeva Costantini– in realtà si è proceduto come sempre si è sfasciato tutto si è fatto un unico senso di marcia senza considerare che il doppio senso di marcia non sarebbe stato realizzato e oggi chi pagherà le conseguenze di tutto questo la materia gli operatori economici e le persone che vogliono accedere al mare»

Oggi repliche da Palazzo di Città alle affermazioni di Costantini, arrivano dal sindaco Carlo Masci, e dal Rup Angelo Giuliante.


La replica di Masci

“La notizia diffusa da Carlo Costantini sulla realizzazione del progetto di via Andrea Doria è completamente falsa. Il Comune ha tutte le autorizzazioni necessarie, anche quelle che ci consentono di raggiungere l’area demaniale marittima per l’ampliamento della strada, e abbiamo firmato una convenzione con il ministero dei trasporti (i documenti, già mostrati a Costantini, vanno dal 2022 al 2024). Non c’è alcun problema tecnico o burocratico. 

E’ falso anche che il cantiere è fermo: oggi gli operai sono al lavoro per realizzare l’asfalto e nei prossimi giorni la strada sarà riaperta, per ora ancora a senso unico, ma una volta ultimato il progetto diventerà a doppio senso, esattamente come era previsto. 

Questa strada diventerà uno dei più bei viali di Pescara e si affaccerà direttamente sul fiume visto che la ringhiera che ora separa l’area demaniale da via Doria sparirà definitivamente mentre nell’area nord (quella della Madonnina) ci sarà una terrazza sul mare.

Dispiace che, per meri fini elettorali, un candidato sindaco mio avversario dica falsità gravissime solo per denigrarmi e mettermi in cattiva luce di fronte ai miei concittadini.  In questo modo, però, finisce per offendere il lavoro delle tante persone che si sono impegnate dopo decenni di colpevole abbandono per cogliere questo grande obiettivo di una nuova via Andrea Doria: dai dipendenti comunali, a quelli delle imprese, ai tecnici e ai progettisti, che si stanno impegnando con passione e dedizione. 

Le bugie, dicevamo da piccoli, hanno le gambe corte. 

Se Costantini pensa di colpire me con le bugie, dimentica che ci sono gli atti pubblici che lo smentiscono clamorosamente”. Ha dichiarato il Sindaco Carlo Masci

La replica del Rup

“In qualità di Rup dell’intervento in corso in via Andrea Doria mi corre l’obbligo di precisare che nella giornata di ieri, 3 giugno 2024, ho incontrato il consigliere comunale Carlo Costantini, fornendogli tutte le spiegazioni sul progetto e sulle autorizzazioni ricevute dal Comune di Pescara, dandogli anche una serie di rassicurazioni sull’andamento dei lavori, che stanno procedendo come da programma. 

Come ho specificato a Costantini, le autorizzazioni sono state regolarmente rilasciate, sia per l’esecuzione dei lavori sia per accedere all’area portuale, e via Doria sarà a doppia corsia. 

Le notizie che sono state diffuse dopo il nostro incontro cozzano assolutamente con le informazioni che ho fornito al consigliere (è sufficiente leggere tutta la documentazione in possesso dei nostri uffici) e anche con la realtà dei fatti. Sarebbe sufficiente raggiungere il cantiere di via Andrea Doria (in orario di lavoro) per capire che l’impresa sta realizzando il progetto che prevede, come si legge nell’autorizzazione, “la realizzazione di una nuova viabilità a due corsie di marcia di m 4,20. Sul lato nord è previsto un marciapiede di m 1.50, una recinzione realizzata con un muro in cemento armato. Sul lato sud, oltre al marciapiede di larghezza variabile, è prevista una fascia verde larga m 4 che comprenderà i pini esistenti e una zona con parcheggio in linea di m 2”. Nel mese di aprile il Comune ha ottenuto dalla Capitaneria di Porto “l’Area Demaniale marittima portuale per complessivi 45.414 mq. finalizzata alla realizzazione del collegamento dell’asse attrezzato di Pescara e all’adeguamento dello svincolo S.S. 714 con l’ampliamento di via Andrea Doria”, come si legge nel documento messo a disposizione di Costantini. 

Tanto era dovuto per far emergere come stanno realmente le cose ed informare correttamente i cittadini”. Ha precisato angelo Giuliante.

Guarda anche

Polizia Locale: a Sulmona un corso per gli agenti, Santangelo: “Formazione indispensabile”

Sulmona – “È indispensabile investire sulla preparazione degli agenti di Polizia Locale che andranno a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *