lunedì , 19 Aprile 2021

Archivio per Tag: Capitozzature

Potature sulla Riviera Nord di Pescara. il Conalpa “Ancora Tamerici capitozzate e drasticamente potate”

Pescara. “Uno scenario spettrale quello che si può notare sulla Riviera Nord. Numerose tamerici, alcune molto vecchie e di valore storico, sono state oggetto di capitozzature e interventi molto drastici di potatura». Le associazioni Co.n.al.pa. Abruzzo, Co.n.al.pa. Pescara-Chieti e Pro Natura Abruzzo esprimono la propria indignazione e preoccupazione per questa gestione del verde che non rispetta le piante. “A causa di questi …

Leggi ancora »

Chieti, associazioni contrarie alle capitozzature

Chieti – «Il Comune di Chieti torna all’assalto del verde pubblico attraverso una serie di potature e capitozzature indiscriminate,  una pratica che non è solo dannosa per l’estetica, per la salute dell’albero e per l’ambiente ma anche maggiormente onerosa per l’amministrazione stessa» È quanto denunciano in una nota le associazioni CONALPA Delegazione Pescara-Chieti, AIAPP LAMS, PRO NATURA Abruzzo. «È da …

Leggi ancora »

Pino capitozzato a Spoltore . Il Co.n.al.pa. “Un cimelio della capitozzatura selvaggia”

Spoltore - “A Spoltore  c’è un grande pino capitozzato e morente, a pochi passi dal centro storico su Via Luigi Pirandello, all'imbocco con Via Dante Alighieri. La visione è sconvolgente perchè si vede tutta la sofferenza di un essere vivente ormai al collasso con tutti i rami tagliati e trasformato in un mostro. Un pino sagomato a cono tramite una selvaggia capitozzatura, forse scambiato per un cipresso, tentando di creare qualcosa che non appartiene alla fisiologia di questa pianta”. Così il Co.n.al.pa. che considera questa "potatura" uno dei più rovinosi interventi di distruzione di un albero.

Leggi ancora »

Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio “Gli alberi urlanti e massacrati a Francavilla al Mare”

Francavilla al Mare - «Si stagliano al cielo come spettri, simboli di una desolante Nazionale Adriatica a Francavilla al Mare in cui gli alberi sembrano come urlare di dolore e disperazione di fronte alle torture, ai tagli delle chiome, alla eliminazione totale delle gerarchie delle ramificazioni, spogliati di tutto, di dignità, di eleganza, di bellezza» così il Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio Onlus - Delegazione Abruzzo, descrive con un'analisi impietosa quanto è visibile nel comune adriatico. «Ridotti a feticci del degrado paesaggistico, perchè essere costretti a subire questo scempio è un male per occhi, per lo spirito e per il turismo. Ebbene si, danno paesaggistico, danno di immagine, danno biologico, danno turistico perchè questo non è per niente un biglietto da visita ma anzi è un monito alla fuga. Il Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio Onlus esprime tutta la sua indignazione e promette battaglia in merito a questa ennesima vergogna delle pessime potature sulle alberature stradali».

Leggi ancora »