martedì , 27 Ottobre 2020

Verso Pescara – Lanciano: derby dedicato a Iaia

Tra le varie iniziative, saranno messe su ebay le maglie, create

appositamente, che indosseranno i calciatori delle due squadre nella fase

di riscaldamento, il ricavato andrà devoluto per questo nobile fine.
Marco

Verratti ha messo a disposizione la sua maglia dell’Italia degli scorsi

Mondiali. Anche il padre di Lorenzo Costantini, giovane promessa della

Virtus Lanciano, ha assicurato il suo sostegno.

“Pensavamo che la cifra fosse più ragionevole – ha detto Maria

Comapgnoni, della Onlus costituita per raccogliere i fondi.
Ma poi

è arrivato il conto di 850 mila euro.
Da soli come famiglia non ce la

potevamo fare e allora abbiamo deciso di fondare una Onlus.
C’è ancora

tanto da fare, speriamo che il grande cuore abruzzese ci possa aiutare.

Ringrazio il presidente Sebastiani e Valentina Maio che è intervenuta in

un secondo momento perché abbiamo voluto rispettare il dolore per la

perdita di Lorenzo.
La corsa alla solidarietà si è allargata anche a livello

nazionale. Venerdì sera noi saremo presenti allo stadio con i tifosi del

Pescara e del Lanciano. Andremo ovunque per raggiungere questa grande

cifra. Penso e sono convinta che ce la faremo tutti insieme”.

Sono intervenuti anche i capitanti dei due team abruzzesi che si

sfideranno venerdì sera nell’anticipo di serie B.

Così il capitano della Virtus Lanciano, Carlo Mammarella: “Prendendo

spunto da quello che è stato fatto per Lorenzo si nota che la differenza la

faccia il numero delle persone, persone che pur dando una piccola cifra

hanno fatto un qualcosa di eccezionale.
Al di la della cifra penso che sia

stato un qualcosa di clamoroso dato il momento che sta attraversando

l’Italia. Vogliamo portare questo messaggio in tutte le case degli italiani,

solo così si può raggiungere un obiettivo che è importante”.

Questo è invece il pensiero del capitano del Pescara, Riccardo Maniero:

“Sicuramente dobbiamo essere tutti uniti per raggiungere questo sogno.

È una cosa che desideriamo tutti anche perché è una cosa importante.

Credo che dobbiamo aiutare tutti questa famiglia così come ha fatto il

presidente Sebastiani”.

Poi si è parlato anche del match.

“Il Pescara ha una rosa di giocatori molto ampia – ha detto Carlo

Mammarella – con alcuni che sono stati poco utilizzati nell’11 iniziale,

potranno dunque dire la loro e a mio avviso non hanno un’emergenza

per quanto riguarda le assenze. Il derby logicamente in qualunque parte

d’Italia lo si gioca sempre in un clima particolare, è normale che ci sia

tensione da parte di tutti.
L’anno scorso all’andata fu una partita bloccata

e decisa da un episodio, il ritorno fu più spettacolare e giocato sotto un

diluvio. Il Pescara non ha iniziato benissimo ma questo campionato h

insegnato che squadre come il Modena che hanno perso dieci partite di

seguito, poi si sono ritrovate a giocare i play off.
Secondo me si affrontano

due squadre che stanno bene, al di la degli infortuni e delle squalifiche

entrambe le squadre hanno il potenziale per poter prendere l’intera posta

in palio. Al di la del valore del derby sono tre punti che si mettono dentro

per l’obiettivo stagionale”.

“Siamo molto sereni nonostante la sconfitta di Modena – ha invece

affermato Riccardo Maniero (che sarà assente per squalifica) – dobbiamo

fare i tre punti a tutti i costi per stare più tranquilli.
Mi spiace tanto di

essere assente perché ci tenevo ad esserci dato che ci servono i punti. Si

è ripetuta la stessa situazione di qualche settimana fa quando avevano

vinto due partite di fila con Virtus Entella e Crotone e poi abbiamo

fatto un passo indietro con una sconfitta.
Ce la possiamo prendere con

gli arbitri ma è stata una mancanza nostra, dobbiamo crescere sotto

questo aspetto. Siamo in una posizione di classifica in cui non ci possiamo

permettere di sbagliare ancora”.

Guarda anche

La sfida con il Mondovì: gli impavidi ritrovano i propri tifosi

Ortona. Dopo la prima in campionato (vinta per tre set ad uno con la Conad …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × 1 =