mercoledì , 2 Dicembre 2020

L’Aquila come il Nepal: Glis e Madis Room aprono così l’ala dell’antisismico al Salone della Ricostruzione

E il ruolo dei mass media nella diffusione della conoscenza sulla prevenzione sismica gioca un ruolo fondamentale perché è in grado di orientare le politiche attive e i comportamenti della gente.
Invece assistiamo ad un fenomeno contrario: se fa un terremoto in Giappone anche del 9° non se ne parla perché non c’è la notizia: semplicemente non ci sono morti, ma se si verifica un sisma e miete morte e disgrazia gli onori della cronaca sono garantiti. Dunque che informazione vogliamo fare? Per la vita o per la morte?

I sistemi antisismici passivi, che consentono di preservare la vita umana, non sono conosciuti da alcuno eppure esistono, ignorati dalle Istituzioni e dalle disposizioni di legge in materia di miglioramento antisismico.

“All’Aquila nessuno sa che si stanno facendo miglioramenti antisismici e non sempre adeguamenti, perché questi non sono sempre possibili poiché compatibili solo con le ricostruzioni ex novo degli edifici – dice Antonio D’Intino – ebbene, il brevetto della Stanza Antisismica è rivoluzionario proprio per questo: salva la vita alla gente, è “l’uovo di colombo” come dice lo stesso prefetto Gabrielli. E questa è la cosa importante”.

Alla 2 giorni sull’antisismico gli argomenti sono i seguenti:
Venerdì 8 maggio, ore 10/13 Sala Le Corbusier, ex Agriformula
“Alcune importanti iniziative parlamentari sulla prevenzione sismica e sull’incentivazione dell’uso delle moderne tecnologie”
Sabato 9 maggio, ore 10/12.15 Sala Officina L’Aquila, ex Agriformula
‘“Applicazione delle moderne tecnologie antisismiche ed il ruolo dei media per una corretta informazione”

I relatori sono tutti membri del Glis: Alessandro Martelli Presidente GLIS e Vicepresidente ASSISi *, Antonello Salvatori Professore Università L’Aquila; Paolo Clemente dell’Enea; Luca Properzi, giornalista Ansa; Antonio D’Intino inventore del sistema antisismico passivo Madis Room – La Stanza Antisismica.

Guarda anche

Ex zone rosse, dalla Giunta regionale l’ok a 240mila euro di ristori

Pescara – Per i giorni di chiusura delle attività nei comuni ricadenti nelle zone rosse, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × due =