domenica , 16 Maggio 2021

Urban Box, la porta pescarese per l’Expo

Al taglio del nastro il sindaco Marco Alessandrini, il sottosegretario alla Presidenza della Regione con delega all’Expo Camillo D’Alessandro, l’assessore ai Grandi Eventi Giacomo Cuzzi, il presidente della Camera di Commercio Daniele Becci, il presidente della Provincia Antonio Di Marco, il presidente della Fondazione PescarAbruzzo Nicola Mattoscio, insieme con il direttore del Dipartimento di Architettura della d’Annunzio Paolo Fusero e la professoressa Susanna Ferrini che ha curato la riqualificazione della struttura.

“Si tratta di un nuovo inizio della struttura, completamente rivisitata e resa aperta e fruibile al pubblico dal Dipartimento di Architettura dell’Università d’Annunzio che ne ha curato il design e gli allestimenti per conto della Regione e a costo zero per l’ente comunale – così ha commentato il sindaco Marco Alessandrini – Facciamo un’ideale staffetta Pescara-Milano. Grazie alla Regione e all’Expo Pescara recupera uno spazio strategico e fondamentale per dialogare su tutto ciò che accade nel suo perimetro. Un avamposto vivo e dinamico dell’Expo e della presenza dell’Abruzzo all’Esposizione Universale, ma anche un riferimento degli eventi locali di Expe, l’intesa a quattro fra Comune di Pescara, Camera di Commercio, Provincia e Fondazione PescarAbruzzo nata proprio con l’inizio dell’Esposizione universale. L’Urbanbox sarà un punto informativo dentro la città, per la città e per quanti la frequentano e hanno bisogno di informazioni e orientamento per viverla al meglio”.

“I temi dello spazio espositivo della Regione nel padiglione Italia si trasferiscono a Pescara – ha riferito Camillo D’Alessandro – la professoressa Susanna Ferrini ha riportato presso l’Urban Box, riqualificandolo, il concept espositivo tradotto da noi in Expo, ovvero le altimetrie e la biodiversità d’Abruzzo. Uno spazio accogliente dove saranno proiettati dei video e sarà disponibile tutto il materiale per raccontare l’Abruzzo dentro e fuori dall’Expo”.

“Grazie alla Regione l’Urban Box recupera un aspetto dinamico e moderno, per assolvere alla sua originaria funzione di dialogo con la città – ha affermatp l’assessore al Turismo Giacomo Cuzzi – Implementare la funzione turistica che deve caratterizzare sempre più il nostro compito. Da oggi concretizzeremo questo fine anche attraverso l’Urban Box che sarà operativo tutto l’anno come vetrina per le attività dell’Amministrazione. Un recupero bello e significativo, ad opera della Facoltà di Architettura dell’Università d’Annunzio che per conto della Regione ha curato la riqualificazione della struttura, senza oneri per il Comune. Nelle prossime settimane saranno ripristinati anche gli spazi dei Silos nell’area di risulta la città recupererà così un altro avamposto storico con due front office per dare informazioni turistiche”.

“Un recupero della struttura attraverso un’apertura verso la piazza dunque un rifacimento dei parapetti – illustra la professoressa Susanna Ferrini di Composizione Architettonica del Dau – l’inserimento di un bagno prima non ricompreso e importante per l’agibilità del padiglione e un intervento delle pareti vetrate su cui si ripropone il profilo altimetrico d’Abruzzo dal Gran Sasso e la Maiella fino al mare. Tornano a Pescara le “tesserine” che riproducono sia le caratterizzazioni architettoniche e culturali della nostra regione, che gli elementi della tradizione, fauna, flora e frammenti identitari del suo ecoambiente.”

Guarda anche

Turismo lento, a Castiglione Messer Raimondo la stazione di ricarica per e-Bike

Il paese fa parte del percorso cicloturistico Mags Experience.320 chilometri di avventura dal mare alla …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

nove − sei =