venerdì , 22 Gennaio 2021

Reparto di Oncologia a Penne: il sindaco Rocco D’Alfonso “non deve chiudere e non chiuderà”

Rocco D’Alfonso ha giudicato questo provvedimento “assolutamente nefasto in quanto preludio della

chiusura del reparto (e quindi come gravemente lesivo del diritto alla salute dei cittadini dell’area

vestina)”. Il Sindaco informa di avere poi immediatamente contattato la Dott. ssa Lucia Romandini, Direttrice Sanitaria della Asl

di Pescara, per esprimerle la più profonda contrarietà a questa scelta e chiederle di scongiurarla

per non depotenziare ulteriormente un reparto che da diversi anni fornisce preziosissimi servizi.

“Dopo aver parlato col Prof. Carlo Garufi, primario di Oncologia, la Dott. ssa Romandini mi ha

assicurato che il Dott. Vizioli resterà a Penne -ha fatto sapere D’Alfonso- accogliendo così le mie rimostranze e facendo in

modo che il Day Hospital oncologico del S. Massimo possa continuare a lavorare col personale

attualmente in servizio.
Ringrazio Tecla Rosa, presidentessa dell’AVO (l’Associazione Vestina

Oncologica che da anni assicura un solido supporto alle attività del reparto pennese), per il forte e

convinto sostegno in difesa del Day Hospital oncologico.
Chiedo inoltre con forza alla direzione

sanitaria della ASL di Pescara di colmare al più presto le più gravi carenze di organico che si sono

prodotte negli ultimi mesi nell’ospedale di Penne, non solo nel personale medico ma anche in

quello infermieristico.
Dando per scontato l’approdo di un nuovo otorino (per cui mi sto battendo

da diversi mesi e che sembra finalmente concretizzarsi), l’arrivo di un radiologo, di un anestesista,

di un chirurgo e di almeno quattro infermieri appare assolutamente indispensabile per assicurare

efficienza ai rispettivi servizi del nosocomio pennese”.

Guarda anche

Licheri (Si) “Accesso all’acqua negato: Amministrazione di Montesilvano completamente assente»

Pescara – «Ringrazio Emanuele Mancinelli per l’impegno che sta mettendo sull’ennesima gestione deficitaria di un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

5 × 2 =