lunedì , 26 Settembre 2022

Torre de’ Passeri, la giunta Di Giulio approva il Bilancio di previsione 2015

E’ stato possibile chiudere i conti in equilibrio, grazie a quanto previsto nel decreto enti locali (d.l. n. 78 del 19 giugno 2015): al Comune di Torre Dè Passeri, come agli altri centri abruzzesi ricompresi nel Cratere sismico del 2009, è stato assegnato un maggiore trasferimento (per Torre di circa 85mila euro) che ha mitigato il taglio drastico previsto dal Governo per tutti gli Enti Locali. La norma è stata inserita nel Decreto Legge grazie al lavoro continuo e pressante svolto dal deputato PD Antonio Castricone e da altri parlamentari abruzzesi dell’aquilano, nei confronti del Governo e del Sottosegretario Paola De Micheli.

I cittadini torresi dovrebbero ritenersi soddisfatti: nella proposta che sarà sottoposta all’approvazione del Consiglio comunale nei prossimi giorni, per il 2015 rimarranno invariate le aliquote Tasi e Imu e sono state confermate tutte le detrazioni previste negli anni passati. Rimarranno invariati i costi del servizio mensa scolastica e degli altri servizi rivolti al cittadino (cimiteriali, diritti di segreteria, occupazione suolo pubblico, tassa d’affissione, servizi a domanda individuale). Anche la Tari (tassa sui rifiuti) resterà pressoché invariata, essendoci un incremento impercettibile per le utenze.

L’esecutivo, invece, ha previsto un aumento solo per l’addizionale IRPEF, dallo 0.04 allo 0.065 per mille, con un’aliquota che resta, comunque, ben al di sotto dell’aliquota massima applicata dalla maggior parte dei Comuni della provincia di Pescara.

“Anche quest’anno – ha spiegato il primo cittadino Piero Di Giulio – abbiamo dovuto approvare un bilancio in condizioni di emergenza a causa dei continui tagli ai trasferimenti statali per cui, con senso della misura, abbiamo voluto fare quelle scelte di contenimento della spesa, che penso tutti si aspettano in un periodo di crisi economica, con famiglie ed aziende alle prese con enormi problemi di natura finanziaria. Importante è comunque anche riuscire a mantenere, senza aumento di spese, lo stesso standard alto di servizi ai cittadini. La pressione impositiva del Comune resta quindi assai contenuta, grazie soprattutto all’incessante lavoro realizzato a Roma dall’Onorevole Antonio Castricone e da alcuni altri parlamentari aquilani: il decreto Enti locali che, ha limitato i tagli per i comuni del cratere sismico, è stato approvato lo scorso 18 giugno. La norma prevedeva chiaramente il contenimento del taglio per noi ed altri Comuni, ma soltanto il 15 luglio, sono stati pubblicati i dati precisi sul sito ufficiale del ministero degli Interni. Mi preme sottolineare – ha aggiunto il sindaco – come anche in questa fase, puntuale e preziosa sia stata l’opera di raccordo ed informazione con i vertici del Mef e dell’Interno, svolta dal parlamentare Castricone che si è mostrato ancora una volta attento ed operoso nei confronti delle nostre comunità. Sono certo che, anche in sede di conversione del decreto, saprà, insieme agli altri, difendere le ragioni del nostro territorio, duramente provato dagli eventi sismici del 2009.”

Previsti in bilancio anche i 400mila euro assegnati a Torre de’ Passeri dalla Regione Abruzzo per il dissesto idrogeologico. Con la somma assegnata dalla Giunta D’Alfonso si provvederà a proseguire nell’opera di consolidamento di un versante del Castelluccio.

Guarda anche

Nasce la “Rete Libera Tutte” a sostegno delle donne vittime di violenza 

Siglato l’accordo di collaborazione tra associazioni e organizzazioni dell’area Chieti-Pescara Migliorare il livello di autonomia …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

16 − dodici =