venerdì , 7 Ottobre 2022

Nuova Pescara bocciata in consiglio comunale a Montesilvano, il Movimento 5 Stelle “votazione alla cieca”

Montesilvano – Non è andata proprio giù ai consiglieri 5 stelle  la modalità con la quale ieri il presidente del consiglio ha consentito la discussione della mozione sulla Grande Pescara,  i quali parlano di “ennesima violazione del Regolamento Comunale”. La questione era già stata sollevata in consiglio dove avevano evidenziato irregolarità dovute ai tempi di presentazione della mozione , una situazione tesa che di fronte al diniego del Presidente, ha portato i consiglieri pentastellati ad abbandonare per protesta l’aula.

 

«Ieri in consiglio comunale abbiamo assistito all’ennesima violazione del regolamento, con la “partecipazione straordinaria“ del presidente-arbitro Umberto Di Pasquale (FI) –commenta il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle– maggioranza e opposizione, nella peggiore interpretazione di un Patto del Nazareno montesilvanese, hanno segnato un gol di mano ben oltre lo scadere del tempo regolamentare e del recupero.
Un documento del consigliere Aliano (noto ex assessore con il centrosinistra, poi Forza Italia, poi Rievoluzione, infine avvistato in compagnia del leghista Salvini), portato in discussione e in votazione “alla cieca“, senza darci la possibilità di studiarlo, interpretarlo ed eventualmente controbattere.
Oggetto: Mozione contro la “Grande Pescara“».

Per i Pentastellati si tratta di una forzatura “in totale spregio della volontà popolare che si è espressa a favore con il 64% dei votanti nella consultazione referendaria in tutti e tre i Comuni interessati (Pescara, Montesilvano e Spoltore)”. Il Movimento 5 stelle evidenzia come tutto ciò sia avvenuto nonostante il consenso di Confindustria, Università, Camera di Commercio, che hanno visto grandi opportunità nella fusione dei Comuni. “Nonostante persino il parere favorevole dei loro referenti regionali e provinciali di partito, Lega, Forza Italia e NCD in primis. Insomma: viva la coerenza”.

«La controproposta è davvero surreale– esclamano i cinqque stelle–  vogliono la Grande Montesilvano. Si sono avvicendati al governo della città in tutti questi anni, hanno avuto svariate occasioni che non hanno colto o, peggio, sprecato. In poche parole: sono stati incapaci.
A noi il loro atteggiamento suona solo come un pervicace attaccamento alla poltrona.
Con la Nuova Pescara i tagli ai costi della politica e alle poltrone sarebbero corposi. Forse è per questo che i politici sono tutti contro?

Noi daremo sempre battaglia per il rispetto delle regole e della volontà dei cittadini. E’ questa la differenza tra noi e loro».

Guarda anche

BORSE UNIVERSITARIE, STELLA (M5S): LA REGIONE TROVA I FONDI MA È IN RITARDO

L’Aquila – “Sono anni che mi batto al fianco degli studenti affinchè la Regione Abruzzo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

quindici + 17 =