sabato , 5 Dicembre 2020
il lupo appenninico - Canis lupus italicus

Dichiarazioni positive da D’Alfonso sulla tutela del Lupo. Il WWF: «Ora la Regione sia coerente e voti contro ogni forma di abbattimento»

Dichiarazioni accolte con favore dal delegato Abruzzo del WWF Luciano Di Tizio, che così commenta: «Il presidente D’Alfonso, al quale ho inviato un personale messaggio di ringraziamento a nome del Lupo, ha evidentemente accolto le nostre sollecitazioni, indirizzate nei giorni scorsi a lui e ai tre componenti del suo governo direttamente coinvolti nella questione, gli assessori Pepe e Di Matteo e il sottosegretario Mazzocca. Nell’ultimo di questi messaggi il WWF sottolineava proprio come approvare un simile Piano sarebbe stato incongruente e persino umiliante per l’Abruzzo, la regione nella quale negli anni 70’ del secolo scorso partì la campagna “Operazione San Francesco” che portò alla protezione di una specie allora ridotta sulle soglie dell’estinzione. Occorre però che alle buone parole segnano i fatti: nella riunione del 2 febbraio la Regione Abruzzo dovrà votare contro qualsiasi ipotesi di abbattimento, in linea con quanto suggeriscono la scienza, il buon senso e la volontà della stragrande maggioranza degli abruzzesi, ben consapevole del fatto che attraverso le buone pratiche nell’allevamento del bestiame domestico (recinti di dissuasione, cani da pastore, ricovero notturno) la convivenza sia non solo possibile ma positiva per tutti, senza dimenticare il ruolo importantissimo che il lupo ha anche nel contenimento della popolazione dei cinghiali, incautamente introdotti anni fa per scopi venatori».

Guarda anche

Dietro front della Regione Lazio, cancellata la norma che consentiva la caccia anche ai non residenti ai confini del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise

CANCELLATA LA NORMA CHE CONSENTIVA LA CACCIA ANCHE AI NON RESIDENTI AI CONFINI DEL PARCO …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

otto + 4 =