sabato , 25 Settembre 2021

Chieti, il nuovo questore Raffaele Palumbo si presenta VIDEO

Chieti. Raffaele Palumbo, 61 anni, sposato, due figli, originario di Andria ma residente in Umbria, è il nuovo questore di Chieti.
Per lui è la prima esperienza da questore anche se ha già maturato esperienze nelle Questure di Bari e Napoli, dove si è occupato prevalentemente della frontiera, di Padova ed altre, inoltre ha avuto esperienze anche in diversi Commissariati.
“È la mia prima esperienza da questore – ha sottolineato Raffaele Palumbo – sono contento di farlo qui a Chieti. ho trovato una città signorile, garbata, quindi il mio impegno sarà massimo in modo da garantire la libertà e i diritti che spettano a tutti i cittadini. Anche la provincia di Chieti, come tutte le province italiane, non è un’isola felice, perciò l’attenzione deve essere sempre alta, un’attenzione anche competente ed efficace. Infiltrazioni ce ne sono state e questo denota indagini che sono ancora in corso soprattutto nella parte Sud della provincia di Chieti e sono elementi che lasciano dedurre che le infiltrazioni ci sono state e ci sono ancora, per cui sarà un bel compito per noi in questo settore ma non solo, anche per quanto riguarda il traffico delle sostanze stupefacenti, il recente sequestro è un elemento che fa presagire uno spaccio di droga. Quando ci sono problemi è tutta la Polizia che li affronta da diverse angolazioni, quindi il questore rappresenta un po’ il punto di riferimento della Polizia in provincia di Chieti. La nostra è come una famiglia, in tutte le famiglie quando c’è un problema ci si riunisce per risolverlo, sempre per la sicurezza della nostra provincia. Il caso di Vasto? È stato un brutto episodio, non posso dire niente perché c’è ancora un’indagine in corso, ora la Magistratura sta esaminando il caso”.

Guarda anche

Montesilvano, scoperti i responsabili dell’ennesimo abbandono di rifiuti sul lungofiume

Montesilvano – Su segnalazione di un cittadino la polizia locale, guidata dal comandante Nicolino Casale, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sette − 6 =