martedì , 1 Dicembre 2020
sdr

Doogle sconfitto 6-1 a Paglieta nella prima di campionato

Sin dai primi minuti si intuisce che non sarà una giornata facile per il Doogle: il Paul Merson impone infatti il suo gioco in velocità e mette subito in crisi il quintetto di mister Zuccarini.
Prima Caravaggio al 1′ (girata a lato) e poi Ciccocioppo (Carabella si salva con difficoltà) mettono in apprensione la difesa ospite. Il gol è solo rimandato ed arriva al 4′ quando su angolo di Pasquini è lo stesso Ciccocioppo a sferrare un fendente sul quale nulla può fare Carabella.
Il Doogle non ci sta e reagisce bene. Al 7′ è Ricci ad avere una doppia occasione, ma è bravo Lombardi a sventare i suoi tentativi. Ancora il portiere di casa è bravo su De Sanctis ben pescato da Ricci un minuto dopo.Sempre De Sanctis impegna severamente Lombardi al 10′.
Al quarto d’ora Ricci in bella azione personale conclude di pochissimo a lato.
Il Doogle cerca fortemente la rete del pareggio ed intensifica le azioni d’attacco. D’Orazio si vede negare la gioia del gol da un attento Lombardi al 16′.
Nel momento migliore del Doogle arriva però il raddoppio del Paul Merson al 17′: recupera palla a centrocampo Lamarca che non ci pensa su due volte e lascia partire un bolide che si infila nell’angolino lontano.
Sul finale di tempo i padroni di casa trovano prima il tris con una bella azione in velocità che porta al gol Busin e poi il poker con Pasquini ben liberato dallo stesso Busin.
Si va dunque al riposo sul 4-0 per il Paul Merson.
La ripresa si apre con un diagonale largo di Rebecchino al primo minuto.
Al 3′ doppio intervento di Carabella che salva la sua porta prima su Mastrodomenico e poi su un indiavolato Ciccocioppo. Ancora Carabella è bravo all’8’su Mastrodomenico. Ciccocioppo ci prova due minuti dopo, ma è di nuovo pronto Carabella a sventare l’occasione.
È un assedio del Paul Merson, ma Carabella c’è e più volte blinda la sua porta sui tentativi di Ciccocioppo e compagni. Al 13′ il portiere del Doogle deve però capitolare: Travaglini ci prova, Carabella si oppone, ma il pallone finisce sui piedi di Di Giulio che mette dentro la rete del 5-0.
Al 17′ sempre Di Giulio strappa applausi a scena aperta con un’azione personale partendo dalla sua metà campo ed arrivando alla conclusione sulla quale si salva con affanno Carabella.
Al 20′ si rinnova il duello fra i due quando Di Giulio chiama alla parata Carabella.
Due minuti più tardi è De Sanctis a tentare senza fortuna la via della rete, palla a lato.
Al 23′ Rebecchino mette al centro, ma Colalongo non ci arriva per un soffio.
Mister Zuccarini prova a scardinare la difesa di casa giocando con il portiere di movimento per un paio di minuti, ma senza successo.
Al 29′ Ciccocioppo coglie la doppietta personale con Carabella che riesce solo a sfiorare il pallone: è 6-0.
Sul finale di gara Angelo Di Nardo su punizione segna la rete della bandiera.
Finisce 6-1 per il Paul Merson: una sconfitta pesante per il Doogle, rimane la buona prestazione che lascia ben sperare in vista dei due prossimi impegni casalinghi (mercoledì in coppa contro l’Hatria e sabato con il Futsal Vasto in campionato).

Queste le impressioni del mister Gabriele Zuccarini a fine gara:

“Ci aspettavamo una partita difficile: era la prima partita di campionato da giocare al cospetto di una squadra forte sul suo campo, eravamo sfavoriti sulla carta, ma speravamo di riuscire a portare a casa un risultato positivo, così non è stato. Il risultato è pesante, ma secondo me non è troppo veritiero: il 6-1 potrebbe far sembrare che siamo stati inesistenti, in realtà abbiamo creato tanto ed avuto anche ottime occasioni da rete. Il loro portiere è stato bravo a blindare il risultato.
Abbiamo commesso alcuni errori sui quali ci hanno punito soprattutto nel primo tempo, due ripartenze ci hanno penalizzato, ma questa partita per me non è stata una débâcle.
Abbiamo sbagliato ed è giusto accettare la sconfitta e fare i complimenti agli avversari.
Loro sono stati più forti, ma abbiamo preso delle reti che potevamo evitare e forse il risultato sarebbe stato più in bilico fino alla fine. Nel secondo tempo abbiamo creato di più, siamo andati a pressare sfruttando gli spazi, siamo saliti alzando il baricentro cercando maggiormente la rete. Loro sono stati più veloci di noi ed hanno sfruttato tutte le occasioni. Credo che ogni partita abbia una sua storia: non ci si deve esaltare troppo per una vittoria né abbattersi per una sconfitta soprattutto se una sconfitta arriva contro una squadra forte e ben organizzata come il Paul Merson.
Ho ringraziato i ragazzi negli spogliatoi perché hanno dato tutto, abbiamo giocato bene pur perdendo con un punteggio duro. Bisogna tenere alto il morale perché non è successo niente: non vogliamo che questa sconfitta si possa verificare ancora. Ora ci aspettano i due impegni in coppa e in campionato, sarà necessario vincere per riprendere la strada giusta. Vogliamo centrare la qualificazione in coppa e poi prendere anche i primi tre storici punti in C2 per ricaricare l’ambiente”.

Guarda anche

Pescara, esonerato Massimo Oddo

Pescara. La Delfino Pescara 1936 comunica di aver sollevato dall’incarico l’allenatore della Prima Squadra Massimo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 2 =