domenica , 17 Ottobre 2021
Parma. Colpaccio del Pescara che si impone di misura, 0-1, a Parma grazie ad un gol di Brugman a 5’ dal termine davanti a più di 500 supporters biancazzurri giunti in Emilia per sostenere i propri beniamini. Gara non esaltante, da ambo le parti, con il Delfino che è stato bravo a capitalizzare una buona azione in perfetto stile zemaniano guadagnando tre punti importantissimi per un buon rilancio in classifica.

Il Pescara espugna il Tardini, 0-1 al Parma

Parte bene il Parma con il Pescara un po’ sulle difensive, al 17’ Palazzi salva su Baraye, su questo intervento protestano i crociati per una presunta irregolarità, proteste che costano le espulsioni del direttore sportivo Faggiano e del tecnico D’Aversa dalla panchina. La replica biancazzurra si fa un po’ attendere ed arriva con Capone sul quale para Frattali. Al 33’ lo stesso estremo gialloblù neutralizza un colpo di testa in tuffo di Mncuso. Prende coraggio il Pescara che al 37’ va vicino al vantaggio con un colpo di tacco di Pettinari su cui salva sulla linea di porta Scaglia.
Nella ripresa subito Pescara pericoloso con Zampano che mette in mezzo per Mancuso che non ci arriva per poco. Al 18’ Zampano da pochi passi di testa conclude troppo debolmente. Al 36’ pericolosa azione solitaria di Calaiò sulla quale reclama un penalty il pubblico di casa. Continuano a crescere gli emiliani, ma è il Pescara a trovare il vantaggio al 40’ con Brugman che, dopo averscambiato con Mancuso, realizza. Reagisce il Parma con Roberto Insigne che fa la barba al palo. È l’ultimo sussulto, la gara termina 0-1 ed il Pescara porta a casa 3 punti preziosissimi.

Tabellino
Reti: 85’ Brugman (PE)
Parma (4-3-3): Frattali; Iacoponi, Lucarelli (C), Gagliolo, Scaglia; Scozzarella, Dezi, Scavone; Baraye (52’ Di Gaudio), Calaiò (81’ Ceravolo), Siligardi (66’ Insigne). A disposizione: Nardi, Corapi, Mazzocchi, Munari, Ramos, Frediani, Barillà, Nocciolini, Sierralta. Allenatore: R. D’Aversa.
Pescara (4-3-3): Fiorillo; Zampano, Coda, Perrotta, Mazzotta; Kanouté (73’ Carraro), Brugman (C), Palazzi (66’ Valzania); Capone (67’ Benali), Pettinari, Mancuso. A disposizione: Pigliacelli, Crescenzi, Balzano, Ganz, Elizalde, Fornasier, Coulibaly, Del Sole, Baez. Allenatore: Z. Zeman.
Ammoniti: 27’ Iacoponi, 30’ Scavone (PA), 57’ Palazzi, 91′ Fiorillo (PE)
Arbitro: Niccolò Baroni di Firenze.
Assistenti: Gaetano Opromolla di Salerno e Vincenzo Mastrodonato di Molfetta, quarto ufficiale Manuel Volpi di Arezzo.
Note: espulso al 18’ il tecnico D’Aversa per proteste.

Guarda anche

La Virtus Capello espugna il Biondi battendo di rigore il Lanciano 0-1

Lanciano. La Virtus Capello espugna il Biondi: la squadra di Carlucci, grazie ad un rigore …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − otto =