lunedì , 25 maggio 2020
Home » Sport » Al Chieti Fc gli applausi, ma i tre punti vanno al Martinsicuro

Al Chieti Fc gli applausi, ma i tre punti vanno al Martinsicuro

Martinsicuro. Dopo nove risultati utili consecutivi tra campionato e Coppa, il Chieti F.C. esce sconfitto di misura per 1 a 0 al “Tommolini” di Martinsicuro. A tirar delle somme, tanti rimpianti in casa neroverde per quello che poteva essere, e non è stato, per ciò che si è visto sul rettangolo di gioco.
Onore alla compagine allenata da Guido Di Fabio che ha colpito a freddo, in avvio, dopo appena sette minuti di gioco, capitalizzando al meglio una delle poche occasioni concesse dai Teatini.
Grande rammarico per i due legni colpiti che potevano regalare un risultato positivo al team allenato da Aielli.
Giornata autunnale e piovosa a Martinsicuro. Sotto la pioggia per quasi tutti i novanta minuti i tifosi neroverdi, che a fine match, hanno applaudito e incitato la squadra.
Aielli schiera la squadra con il 4-3-3: Cattenari tra i pali, Ricci,Felli, Comparelli, Patacchiola, Catalli, Selvallegra, Lalli, Simonetti, Capitoli, De Fabritiis.
Di Fabio risponde con Osso, Donzelli, Ferretti, Ferrari, Fiscaletti, Cucco, Di Giorgio, Pietropaolo, Maio, Carboni, Nepa.
Come scritto in precedenza, l’avvio è di marca locale, con la rete messa a segno da Maio, lesto a raccogliere sul secondo palo il cross di Di Giorgio.
Sulle ali dell’entusiasmo, al decimo minuto, ancora Maio si rende pericoloso con un tiro dalla distanza, Cattenari si allunga e respinge la sfera.
I neroverdi sono bravi nel possesso palla e alzano il proprio baricentro alla ricerca del pareggio.
Due punizioni per parte non portano nulla di buono, prima con Lallie poco dopo con Maio.
IlChieti F.C. continua a spingere sull’acceleratore: prima del riposo, al 42’Patacchiola va vicinissimo al pareggio con un bel colpo di testa su calcio piazzato battuto da Catalli, palla colpita benissimo dall’ex Portogruaro, che si stampa sulla traversa, a Osso ormai battuto.
Il copione non cambia nella ripresa. I ragazzi di Aielli giocano prevalentemente nella metà campo di Osso, mentre Carboni e compagni agiscono di rimessa nel tentativo di far male alla difesa neroverde.
Al 48’, sempre Patacchiola, tra i migliori in campo, dal fondo smista un assist interessante per Simonetti che tira debolmente tra le braccia del portiere biancazzurro.
Si alza il tifo dei sostenitori teatini, ma su capovolgimento di fronte, i locali sciupano una ghiotta occasione per raddoppiare sull’asse Di Giorgio-Fiscaletti, con quest’ultimo che spara alto solo davanti a Cattenari.
Inizia il walzer delle sostizioni: Aielli manda in campo Bordoni e Costantini per fare più filtro nella zona nevralgica del campo, fuori Selvallegra e Felli. Il tecnico neroverde, poco dopo, prova la carta Cioffi al posto di Catalli.
Finale all’arrembaggio del Chieti F.C. che si proietta in avanti con la forza della disperazione per rompere il bunker eretto dall’ex Di Fabio. La dea bendata, oggi, gira le spalle anche a bomber Lalli che raccoglie di testa un cross millimetrico del neo entrato Iommetti,Osso è battuto ma la traversa, ancora una volta, nega la gioia del pareggio ai ragazzi del Presidente Trevisan. Non basta l’espulsione, per doppia ammonizione di Carboni, all’86’, per cambiare le cose.
Il fischio finale di Guerra, consegna,al Martinsicuro i tre punti. Applausi dei tifosi del Chieti, dopo aver visto lottare la squadra per gli interi 90’ minuti.
In classifica comanda il Giulianova, vittorioso in rimonta, sul Capistrello. Pareggi per Paterno e Sambuceto e sconfitta per la R.C. Angolana sul campo della Torrese. Questi i verdetti della nona giornata nel campionato di Eccellenza! Il Chieti F.C. scende al quarto posto in compagnia della R.C. Angolana.
Domenica si torna all’Angelini per affrontare il Giulianova, sfida tra due nobili decadute in cerca di rilancio.

A fine gara,Aielli commenta così la seconda sconfitta in campionato: “a prescindere dal risultato finale, sono soddisfatto del gioco espresso dalla squadra sotto tutti i punti di vista – spiega Aielli – in fase di possesso siamo stati superiori al Martinsicuro, anche a livello di occasioni, colpendo tra l’altro due traverse. Abbiamo pagato inizialmente, a caro prezzo, una ripartenza veloce con Maio che si è fatto trovare al punto giusto per battere a rete. Da quel momento in poi la partita è stata tutta in salita. Ripeto: ai ragazzi non posso rimproverare nulla sulla prestazione offerta in campo. Gli episodi non sono stati favorevoli. Nel finale di gara si è giocato pochissimo, complice l’espulsione di Carboni, si poteva gestire meglio qualche situazione a nostro vantaggio. Bisogna smaltire questa partita in fretta per iniziare a pensare al Giulianova, il campionato è lungo ed equilibrato”.
Guido Di Fabio, allenatore del Martinsicuro, ex centrocampista del Chieti che ha vestito la maglia neroverde nell’anno 2003-04, racconta il successo scacciacrisi della sua squadra: “avevamo bisogno come il pane di un risultato importante perché venivamo dalla partita di Capistrello dove abbiamo incassato ben 5 gol. Il morale dei ragazzi non era al massimo, in settimana siamo stati bravi a ricompattarci, sapendo di dover affrontare una squadra forte come il Chieti. In campo la squadra è stata concentrata per tutti i novanta minuti. Il vantaggio iniziale ha dato fiducia alla squadra che ha chiuso gli spazi ai giocatori neroverdi più pericolosi. Sono contento soprattutto per il gruppo che alleno, visto che in settimana hanno lavorato sodo per farsi trovare pronti, sperando diavere maggiore continuità nei risultati. Il Chieti lotterà fino alla fine per vincere il campionato, non dimentichiamo le assenze importanti che ha nel proprio organico, relative agli infortuni. Sono sicuro che quando rientreranno questi giocatori saranno ancora più competitivi. Ricordo ancora con molto piacere l’anno passato a Chieti, stagione meravigliosa, condita da tre cambi nella guida tecnica. Con Dino Pagliari siamo arrivati ad un passo dai play off. Quell’anno furono lanciati talenti come Quagliarella e altri. Sicuramente è stata una delle più belle stagioni della mia carriera da calciatore”.

Tabellino:
MARTINSICURO – CHIETI F.C. 1 – 0 (1 – 0)
Marcatori: 7’pt Maio(Martinsicuro)
MARTINSICURO:
Osso,Donzelli,Ferretti,Ferrari,Fiscaletti,Cucco,Di Giorgio(87’st Latini),Pietropaolo,Maio(64’st Molino),Carboni,Nepa(77’st De Cesaris)
A disposizione:
Cannella,Lanzano,DeCesaris,Ricci,Lattanzi,Latini,Molino
Allenatore: Di Fabio
CHIETI F.C.:
Cattenari,Ricci,Felli(58’st Bordoni),Comparelli,Patacchiola,Catalli(64’stCioffi),Selvallegra(58’stCostantini),Lalli,Simonetti(70’st Iommetti),Capitoli,DeFabritiis
A disposizione: Carita’,Bordoni,Iommetti,Cioffi,Giannini,Ferrante,Costantini
Allenatore: Aielli
Ammoniti:Pietropaolo,Carboni,Cucco(Martinsicuro),Lalli,Costantini(Chieti F.C.)
Espulso: 86’st Carboni(Martinsicuro)

Guarda anche

La Tombesi punta forte sul settore giovanile per il proprio futuro

Ortona. Lo stop forzato alle attività agonistiche ha coinvolto, oltre alla prima squadra, anche le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 1 =