giovedì , 19 luglio 2018
Home » Polis » Politica » Licheri (SI) : “Scongiurare la chiusura  di quasi 300 uffici postali in Abruzzo, la Regione alzi la voce contro il Governo”
Un ufficio postale

Licheri (SI) : “Scongiurare la chiusura  di quasi 300 uffici postali in Abruzzo, la Regione alzi la voce contro il Governo”

Pescara – “Il piano di riduzione e riordino degli uffici postali da parte del Ministero delle trasporti e delle comunicazioni che prevede entro il  2019 la chiusura progressiva di ben 274 postazioni abruzzesi è inaccettabile” è quanto afferma in una nota stampa Daniele Licheri, segretario regionale Sinistra Italiana Abruzzo.

«Come Sinistra Italiana Abruzzo intendiamo batterci a difesa delle comunità locali e del diritto dei cittadini delle aree interne e periferiche ad usufruire di un servizio capillare ed efficiente –continua il segretario SI– ed è per questo che chiediamo alla Regione Abruzzo di alzare la voce contro questa scelta “silenziosa” del Governo, il piano quadriennale già partito in sordina dallo scorso anno prevede tagli per 96 uffici nella provincia di Chieti, 103 l’Aquila, 39 Pescara e 36 Teramo colpendo in maniera uniforme il territorio regionale».

Guarda anche

Teramo, discariche abusive: ieri primo sopralluogo dei nuovi amministratori comunali

Teramo - A poche ore dall’insediamento, ieri gli assessori Maria Cristina Marroni e Valdo di Bonaventura hanno effettuato il loro primo sopralluogo. Accogliendo le sollecitazioni pervenute dai cittadini residenti, i due amministratori si sono recati nei pressi della Contrada Zaraca per verificare, assieme al vigile ecologico e alle guardie della GADIT, la grave situazione che si verifica nella zona,  a proposito di discariche abusive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

18 + sei =