sabato , 5 Dicembre 2020
Empoli. Turno infrasettimanale amaro per il Pescara che cede 3-1 in casa della capolista Empoli. Da segnalare il “caso Pigliacelli”: l’estremo difensore non era presente nemmeno in panchina per motivi disciplinari. Il Pescara troca sulla sua strada un abruzzese doc, si tratta di Vincenzo Vivarini, tecnico dell’Empoli, di Ari, che in Abruzzo ha allenato diverse squadre tra cui anche i biancazzurri nella stagione 2006/2007.

Il Pescara sconfitto ad Empoli 3-1

In apertura doppia occasione per i toscani: al 2’ Ninkovic non centra lo specchio e al 7’ uno shot di Krunic viene ribattuto da Fiorillo. Il Pescara si fa vivo al 10’ con Mazzotta sul quale si salva Provedel. Ma al 14’ è l’Empoli a passare in vantaggio con Pasqual che trova la testa di Ninkovic che batte Fiorillo. Intorno alla mezz’ora doppia occasione dei padroni di casa con Pasqual e Caputo. È il preludio al raddoppio dell’Empoli che arriva al 35’ su calcio di rigore causato da un fallo in area di Perrotta su Krinic. Il penalty è battuto e trasformato da Caputo.
In avvio di ripresa subito in avanti i padroni di casa con Bennancer che approfitta di un disimpegno sbagliato di Perrotta, su di lui salva Fiorillo. I toscani continuano a mantenere il pallino del gioco con il Pescara che cerca di guadagnare terreno. Al 31’ Zajc su una ripartenza sciupa una ghiotta occasione. Al 33’ si rifà vivo il Pescara con un bolide di Benali ribattuto da Provedel. 2’ più tardi doppia conclusione di Mancuso e Benali che però non sortiscono l’effetto sperato. Poco dopo Fiorillo salva su Krunic. Al 37’ il Pescara dimezza lo svantaggio con Coulibaly che intercetta dalla sinistra ed insacca. Nemmeno il tempo di esultare e al 41’ l’Empoli fa il tris con una respinta non ottimale di Fiorillo su un calcio franco di Zajc e Caputo, con tutto lo specchio della porta davanti, non sbaglia.

Tabellino
Empoli – Pescara 3-1 (0-2)
Reti: 13’ Ninkovic, 36’ rig., 86’ Caputo (E), 81’ Coulibaly (P)
Empoli (3-4-1-2): Provedel; Veseli (85’ Simic), Romagnoli, Luperto; Untersee, Bennacer, Castagnetti, Pasqual (C); Krunic; Caputo (88’ Jakupovic), Ninkovic (67’ Zajc). A disposizione: Terracciano, Giacome, Seck, Polvani, Zappella, Di Lorenzo, Traore, Lollo, Piu. Allenatore: Vivarini
Pescara (4-3-3): Fiorillo; Crescenzi, Perrotta, Coda, Mazzotta; Palazzi (72’ Coulibaly), Brugman (C), Valzania; Mancuso, Pettinari, Del Sole (46’ Benali). A disposizione: Balzano, Bovo, Zampano, Elizalde, Fornasier, Kanouté, Carraro, Ganz, Capone. Allenatore: Z. Zeman.
Ammoniti: 57’ Castagnetti (E)
Arbitro: Federico La Penna di Roma 1
Assistenti: Gaetano Intagliata di Siracusa e Michele Lombardi di Brescia, quarto ufficiale Eduart Pashuku di Albano Laziale.
Note: osservato un minuto di riflessione sulla memoria della Shoah.

Guarda anche

Roberto Breda è il nuovo allenatore del Pescara

Pescara. La Delfino Pescara 1936 comunica di aver affidato la guida tecnica della prima squadra …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

15 − sette =