giovedì , 19 luglio 2018
Home » Culture » Turismo » Le telecamere di Geo&Geo alla scoperta delle eccellenze dell’area vestina

Le telecamere di Geo&Geo alla scoperta delle eccellenze dell’area vestina

Penne (-Penne e i centri dell’Area vestina saranno protagonisti di un servizio televisivo che andrà in onda nel programma “Geo&Geo”. La troupe di Rai 3, guidata dal produttore e regista Riccardo Barbieri, in questi giorni, ha ultimato le riprese, guidati dai ragazzi di Wolftour Penne, per realizzare un reportage attraverso un percorso mirato alla riscoperta delle peculiarità enogastronomiche vestine, tra cui il famoso pecorino di Farindola, e delle bellezze naturali, storiche e culturali del territorio.

“La presenza di Geo&Geo a Penne e nell’area vestina rappresenta una grande occasione di promozione del nostro territorio – ha detto l’assessore comunale di Penne, Gilberto Petrucci -. Mettere in mostra le nostre eccellenze enogastronomiche, ambientali e culturali, dopo gli eventi calamitosi di gennaio scorso, accende un faro straordinario sull’area vestina e, non per ultimo, punta a valorizzare i prodotti delle nostre aziende agricole”. La troupe di Geo&Geo è composta da Giorgio Grossi (autore), Roberto Amodio e Lorenzo Pagani (operatori tv) e Simona Santarelli (coordinamento giornalistico). Ecco le attività imprenditoriali visitate nell’area vestina: La Cuccumella (Farindola), Associazione tartuficola “Il Faggio” (Castelli), frantoio Goccia d’oro (Penne), frantoio Libertini (Penne), azienda agricola D’Agostino Daniele (Roccafinadamo – Penne) e Ceramiche Arte Antica di Sandra Faiani (Castelli).

Guarda anche

Teramo, discariche abusive: ieri primo sopralluogo dei nuovi amministratori comunali

Teramo - A poche ore dall’insediamento, ieri gli assessori Maria Cristina Marroni e Valdo di Bonaventura hanno effettuato il loro primo sopralluogo. Accogliendo le sollecitazioni pervenute dai cittadini residenti, i due amministratori si sono recati nei pressi della Contrada Zaraca per verificare, assieme al vigile ecologico e alle guardie della GADIT, la grave situazione che si verifica nella zona,  a proposito di discariche abusive.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − undici =