sabato , 22 settembre 2018
Home » Focus » News » 8 marzo, il Consiglio comunale di Cepagatti adotta “La nuova Carta dei diritti della Bambina”

8 marzo, il Consiglio comunale di Cepagatti adotta “La nuova Carta dei diritti della Bambina”

Cepagatti – Il Consiglio comunale di Cepagatti, riunitosi nel pomeriggio, ha celebrato la ricorrenza della Festa della donna adottando all’unanimità “La nuova Carta dei diritti della Bambina”, un documento redatto dall’associazione femminile e movimento di opinione Fidapa Bpw Italy, che rappresenta l’espressione italiana della Federazione americana “Business and Professional women”, nata nel 1919 con la finalità di promuovere, coordinare e sostenere le donne che operano nel campo delle arti, delle professioni e degli affari.

“La richiesta di adottare la Carta è stata avanzata all’amministrazione comunale dalla sezione di Pescara Porta Nuova della Fidapa Bpw – ha spiegato il sindaco Sirena Rapattoni – Con questo atto abbiamo inteso condividere lo spirito e le finalità del documento, che contiene un’enunciazione di principi di valore morale  e civile tesi a promuovere la parità sostanziale fra i sessi, la valorizzazione delle differenze tra bambine e bambini e il superamento degli stereotipi che limitano la libertà di pensiero e di azione  in età adulta. Condividendone lo spirito e le finalità, abbiamo voluto dare un senso all’8 marzo. Divulgheremo la Carta  in tutte le scuole del nostro Istituto e in occasione delle sedute del Consiglio comunale dei Ragazzi, nella convinzione che un’educazione delle giovani generazioni scevra da pregiudizi, fondata sul rispetto della persona e sulla consapevolezza dei diritti porti a contrastare la drammatica escalation della violenza di genere”. L’adozione del documento è stata accompagnata dalla proiezione, in sala consiliare, delle immagini delle spose bambine realizzate della celebre fotoreporter americana Stephanie Sinclair.

Guarda anche

All’Aurum il 2 ottobre la performance art “Mater Dolorosa”

Pescara - Si chiama Mater Dolorosa la Performance Art di e con Mandra Cerrone, una riflessione intima e al contempo condivisa sul dolore, a cura di Michela Becchis che martedì 2 ottobre alle 18 sarà ospitata dalla Sala D’Annunzio dell’Aurum, con il patrocinio del Comune di Pescara e a ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − 10 =