venerdì , 24 maggio 2019
Home » Focus » Ambiente » Licheri (SI) – Berardinelli (Mdp): “Il Pd angolano non perseveri nell’errore, non si continui con La Torre”

Licheri (SI) – Berardinelli (Mdp): “Il Pd angolano non perseveri nell’errore, non si continui con La Torre”

Pescara – Oggi, Giovedì 7 giugno, avrà luogo il Consiglio Comunale a Città Sant’Angelo dove tra i punti all’ordine del giorno è prevista l’attuazione del piano di razionalizzazione delle partecipate, ovvero l’approvazione del progetto di fusione per incorporazione di Attiva spa, Linda spa e Ambiente spa che prenderà il nome di Ambiente spa.

“Nella lettura dei documenti forniti” scrivono in  una nota congiunta Massimo Bardinelli – Coordinatore Prov. Pescara Mdp – Art. 1 e Daniele Licheri – Segretario Regionale Si Abruzzo “Sinistra Italiana e Mdp-Articolo 1, denunciano il pericolo di una continuazione della malagestione avuta finora dal presidente di Linda spa Guido La Torre. Infatti nel progetto di fusione “al fine di favorire la continuità gestionale” gli Amministratori delle attuali società partecipate saranno designati o nominati quali componenti del Consiglio Di Amministrazione del nuovo soggetto nascente. Un presidente che continuerà a ricoprire un ruolo dirigenziale nonostante in questi anni abbia dimostrato delle incapacità gestionali, tanto da aver portato in uno stato di agitazione i dipendenti della Linda per le difficili condizioni lavorative fino ad arrivare all’intervento del Prefetto.Altra nota a suo sfavore è l’aver gestito la Linda senza tener conto delle indicazioni dell’organo di controllo preposto per le società in house, come nel caso di un incarico di supporto al RUP.

Non solo hanno fatto saltare una alleanza politica –scrivono ancora i dirigenti Mdp e SI–  ma continuano quindi a perseverare nell’errore, passando anche sopra ad una mozione votata all’unanimità dove si deliberava tra i requisiti necessari per la nomina dei rappresentanti del Comune nelle società partecipate, delle caratteristiche ben precise come il possesso di una laurea in giurisprudenza o economia e commercio, titoli necessari per gestire delle Aziende così delicate ed importanti.

Chiediamo pertanto al pd e ai suoi consiglieri di ripensare a quanto proposto, ne va della loro credibilità di politici ed amministratori, per il bene della nuova società nascente”.

 

Guarda anche

Dune di Ortona, nasce il gruppo #DunebeneComune per dire no alle concessioni alla spiaggia di Stazione di Tollo

Ortona - È nato il gruppo Dune Bene Comune per la difesa della spiaggia libera della Stazione di Tollo dalle concessioni balneari che il comune di Ortona vuole rilasciare dopo il bando lampo del 30 aprile.  Il gruppo si è formato sabato scorso durante una affollatissima riunione a cui hanno partecipato una sessantina di persone, tra tanti semplici cittadini e rappresentanti delle associazioni, che hanno risposto ad un appello circolato in rete con appena due giorni di preavviso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × 3 =