lunedì , 21 Settembre 2020

Macroregioni: D’Alfonso ‘pronto a far ripartire il progetto’, Cassese ‘è il momento di superare la storia romana’

Un incontro a cui hanno partecipato il professor Sabino Cassese, giudice emerito della Corte Costituzionale e docente alla School of Government della Luiss di Roma, il sostituto procuratore generale della Corte dei Conti Erika Guerri e la vice presidente della Regione Marche Anna Casini. “Il confine inteso come ‘limes’ – ha puntualizzato D’Alfonso – è ormai superato e infatti già molti enti, come provveditorati alle opere pubbliche, Enel, Anas, sono già strutturati in termini macro regionalistici. Per questo il territorio merita di essere riorganizzato, superando l’egoismo del particolarismo, per arrivare a quella grandezza che rappresenta un valore aggiunto sui tavoli in cui l’interlocutore ha un peso notevole rispetto all’attuale dimensionamento delle nostre amministrazioni. Penso, a esempio, alle infrastrutture, ai trasporti, alle politiche energetiche, in cui le sfide non sono sostenibili se non attraverso una diversa grandezza”.

Per il professor Cassese è fondamentale modificare l’attuale assetto amministrativo, frutto di una divisione che risale all’epoca delle legioni imperiali romane, traslata in seguito sia nella prima ripartizione amministrativa del 1864, sia in quella delineata dalla Costituzione. “E’ arrivato il momento – ha sottolineato – di superare la storia romana e il nostro passato, cominciando invece a guardare all’Italia del futuro. Le dimensioni amministrative sono importanti, perché vanno adeguate alle nuove dimensioni della società e dell’economia”.

 

 

Guarda anche

Montesilvano, con 13 voti favorevoli approvato il Bilancio di previsione

Montesilvano – Nella tarda serata di ieri il Consiglio comunale ha approvato il bilancio di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × due =