domenica , 24 marzo 2019
Home » Polis » Aziende » Spoltore primo comune in Abruzzo per il ‘Free tax day’

Spoltore primo comune in Abruzzo per il ‘Free tax day’

Spoltore

“Spoltore è il miglior comune in Abruzzo dove fare impresa”. Non usa mezzi termini il sindaco Luciano Di Lorito per commentare il risultato dello studio del CNA sul Free Tax Day, la classifica che mette in riga 137 Comuni per individuare il giorno dell’anno in cui si finiscono di pagare le tasse allo Stato e si inizia a guadagnare. Spoltore con il 2 agosto è il 36esimo Comune in Italia e fa meglio di realtà come Monza, Bergamo, Brescia, Torino, Piacenza e Milano. Ma soprattutto ha guadagnato il gradino più alto del podio regionale, scavalcando il capoluogo di misura.

“E’ una vera soddisfazione per me” spiega il primo cittadino “aver raggiunto la prima posizione di questa speciale classifica: è ancora più significativo se guardiamo l’andamento dei dati nel tempo”. Quando Di Lorito ha iniziato il suo mandato nel 2012, infatti, il total tax rate di Spoltore era al 61,8%, mentre oggi è al 58.9%. L’incidenza della tassazione comunale, in particolare, è scesa dal 10% all’8.8%. “E’ il risultato di una precisa scelta politica che ci è costata molto, anche in termini di possibilità di agire come amministratori sul territorio” precisa Di Lorito. “Ma è una scelta che sta già portando frutti, ad esempio l’insediamento Fater a Santa Teresa, e siamo sicuri che ne porterà ancora altri in futuro. E’ il quarto anno consecutivo che ci vede primeggiare nella classifica del Free Tax Day”.

Il Cna ha concretizzato la situazione mettendo a confronto la situazione di un lavoratore a Spoltore con quella di un suo collega di Roseto: a parità di giornate lavorative, riesce a mettersi in tasca 3mila e 200 euro in più.

 

LO STUDIO DELLA CNA PUBBLICATO IERI

 

Studio della Cna: Paga l’impresa, Fisco tiranno a Montesilvano, Sulmona e Roseto

Guarda anche

Attività Storiche a Pescara, consegnate 30 targhe alle più longeve attività cittadine

Pescara - Nella giornata di oggi all’Auditorium Petruzzi L’Amministrazione comunale ha consegnato a 30 imprese commerciali cittadine la targa per il riconoscimento di Attività Storica. Una pratica consolidata, a cura dell’Assessorato alle Attività Produttive, nata per dare lustro agli esercizi che hanno maturato una storia e un’esperienza longeva a Pescara, contribuendo alla sua crescita economica. Si tratta di un riconoscimento a cui si accede mediante una richiesta contenuta in un bando pubblico. All’attribuzione ha lavorato la Commissione Attività storiche composta da due rappresentanti del Comune di Pescara e i rappresentanti di Confcommercio; Camera di Commercio; Confesercenti; CNA; Confartigianato Casartigiani; l’Upap Clai. Le sigle erano tutte presenti alla consegna effettuata in una gremita Sala Tosti con l’ausilio del giornalista Paolo Minnucci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

1 × 4 =