venerdì , 19 luglio 2019
Home » Polis » Politica » Fondi Masterplan, il M5S di Teramo “improprio e propagandistico parlare di scippo”

Fondi Masterplan, il M5S di Teramo “improprio e propagandistico parlare di scippo”

Teramo – “È desolante vedere il Sindaco di Teramo Gianguido D’Alberto alimentare le notizie false fatte circolare dal PD nel goffo tentativo di quest’ultimo di nascondere il suo totale fallimento sulla questione Masterplan.Ci ha già spiegato la ex dirigente della Regione Abruzzo Cristina Gerardis che i soldi assegnati alla Regione non sono vincolati perché non esistono contratti relativi ad alcun progetto: insomma ci troviamo di fronte ad un fantastico caso in Italia in cui la Regione Abruzzo per 7 anni, gli ultimi 4 a guida D’Alfonso, non è riuscita a impiegare fondi europei nemmeno per un euro”. Così in una nota stampa i consiglieri teramani Pina Ciammariconi e Cristiano Rocchetti.

Secondo i rappresentanti pentastellati è improprio e propagandistico parlare di scippo perchè sono fondi che, nelle more della realizzazione dei progetti, verranno utilizzati per la sicurezza autostradale. “Al PD, così come dello sviluppo e del benessere dei suoi cittadini non gli è importato nulla in passato, non interessa nulla oggi nemmeno della loro sicurezza. Evidentemente importa solo di fare propaganda, seguendo l’arroganza di chi, ai suoi vertici, ancora oggi non ammette i suoi errori.
Solo show capziosi quelli di Lolli che buttano fumo negli occhi a cui vediamo si unisce il Sindaco D’Alberto che pian piano getta la maschera indossata nel 2015 quando lasciò lo stesso PD con il pretesto delle sue correnti, oggi più che tollerate visto che ritrova negli appuntamenti elettorali imminenti strane sintonie propagandistiche. Perché di propaganda elettorale si tratta, di null’altro”.

I Consiglieri 5stelle poi commentano “della Cona diciamo invece che i fondi stanziati rimarranno e la Centrale verrà spostata quando ci sarà un contratto firmato. È assurdo incolpare il nuovo Governo quando questa problematica non è mai stata risolta dal PD e da Forza Italia negli ultimi 30 anni. Non vi fidate di chi ha già fallito e vi prende in giro”.

Guarda anche

Pescara, passaggio di consegne finanziarie di Tesoreria: Alessandrini  “Comune al collasso risanato in cinque anni. Lasciamo conti positivi e niente debiti”

Pescara - Nel pomeriggio di oggi, il sindaco uscente di Pescara Marco Alessandrini, ha proceduto all’avvicendamento formale anche per la Tesoreria dell’Ente. Un passaggio avvenuto in Comune con la verifica straordinaria di cassa e della gestione del servizio di Tesoreria, come il Decreto legislativo n. 267 del 2000 impone, fatta sulla base dei documenti bancari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 10 =