giovedì , 26 Novembre 2020

Teramo la scuola elementare Noè Lucidi protagonista di un progetto Erasmus

Nel suo saluto, il sindaco ha  sottolineato  che l’esperienza della condivisione è fondamentale in questo periodo, soprattutto perché essa sembra essere messa in discussione proprio nel nostro paese.

E invece, ha rimarcato il sindaco di Teramo rivolto ai ragazzi e agli insegnanti, l’unità dei popoli d’Europa deve essere un traguardo cui tendere con convinzione soprattutto perché, ha sottolineato:  “Non bastano gli organismi istituzionali a rendere compiuta l’unità ma è davvero indispensabile che si diffonda soprattutto tra i giovani la consapevolezza di essere cittadini europei, di sentirsi parte vitale di un grande territorio, nel quale la storia ha segnato passi fondamentali e che ora potrà svilupparsi davvero nella sua unitarietà solo se questa consapevolezza diventa patrimonio comune tra i giovani, che ne sono il futuro”.

Il sindaco ha quindi sottolineato come da scambi ed esperienze come l’Erasmus possa svilupparsi la coscienza dell’importanza della condivisione, della Pace e dell’uguaglianza. “La cooperazione tra Nazioni – ha concluso D’Alberto –conduce  al dialogo, che è fondamentale per far crescere tutti e per dare consistenza alle democrazie. La scuola ha un compito primario in ciò ed esperienze come la vostra ne sono la prova e inducono alla speranza”.

Guarda anche

CONTRIBUTO-AFFITTO STUDENTI FUORI SEDE, STELLA (M5s): DALLA REGIONE SOLO ULTERIORI RESTRIZIONI E ANCORA NESSUN BANDO

Pescara – Sui ritardi della Regione Abruzzo nella pubblicazione dei bandi e nell’erogazione delle risorse …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × 3 =