martedì , 17 settembre 2019
Home » Polis » Città » WiFi4EU: Teramo tra i primi 224 Comuni d’Italia finanziati

WiFi4EU: Teramo tra i primi 224 Comuni d’Italia finanziati

Teramo – Il capoluogoabruzzese è risultato Candidato Selezionato, a seguito della partecipazione all’iniziativa WiFi4EU, promossa dalla Commissione europea. L’iniziativa, pensata per promuove il libero accesso alla connettività Wi-Fi per i cittadini negli spazi pubblici, fra cui parchi, piazze, edifici pubblici, biblioteche, centri sanitari e musei, offre ai Comuni la possibilità di richiedere un buono per un valore di 15.000 euro. I buoni saranno poi utilizzati per installare apparecchiature Wi-Fi negli spazi pubblici in quei Comuni che non sono già dotati di uno hotspot Wi-Fi gratuito.

L’Assessore Sara Falini, commentando questo importante risultato, dichiara: “È un grandissimo successo per il nostro Comune: siamo risultati tra le prime 2800 città d’Europa e tra le prime 224 d’Italia ad aggiudicarsi questo voucher. Nei prossimi giorni ultimeremo i passaggi formali, sottoscrivendo la convenzione con l’Agenzia Esecutiva per le Innovazioni e le Reti, prima di procedere all’installazione degli hotspot. Si tratta di un finanziamento per la parte hardware, mentre le spese relative al gestore telefonico saranno in capo al Comune.”

Continua l’Assessore: “Questo risultato ci consente di recuperare un gap tecnologico che avevamo accumulato rispetto a molti altri Comuni. Ad oggi infatti i Teramani non avevano alcuna possibilità di accedere alla connessione internet negli spazi pubblici, se non a proprie spese. In una società globale e multimediale come la nostra, dove molti servizi e attività sono gestibili telematicamente attraverso App e dove attraverso la connessione internet sono state superate le stesse distanze fisiche, la possibilità di avere hotspot gratuiti negli spazi pubblici rappresenta un enorme passo in avanti e un servizio estremamente utile a cittadini e turisti. Del resto lo avevamo promesso in campagna eletttorale e riportato nelle linee programmatiche di inizio mandato: ora, finalmente, inizia un percorso che ci permette di offrire al cittadino un’innovazione, un efficientamento ed un adeguamento tecnologico.”

Guarda anche

Il Comune di Teramo aderisce alla rottamazione delle cartelle esattoriali

Teramo - Il Comune ha aderito alla definizione agevolata delle ingiunzioni di pagamento relative alle entrate comunali, la cosiddetta “rottamazione ter” e di conseguenza il Consiglio Comunale ha approvato lo specifico regolamento. I contribuenti hanno così la facoltà di estinguere i propri debiti attraverso il pagamento dell'importo residuo, al netto delle sanzioni e, per le multe al Codice della Strada, al netto degli interessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 + diciotto =