martedì , 16 luglio 2019
Home » Focus » Ambiente » Verde pubblico a Montesilvano: replica dell’amministrazione alla lettera aperta del Comitato di quartiere Saline Marina PP1

Verde pubblico a Montesilvano: replica dell’amministrazione alla lettera aperta del Comitato di quartiere Saline Marina PP1

Montesilvano – “Il comitato di quartiere Saline Marina Pp1 ha inviato una denuncia al sindaco, al dirigente del Verde e delle manutenzioni e alla stampa locale manifestando presunti abusi e inadempienze nella manutenzione del verde urbano. Si tratta di polemiche non nuove di Di Giampietro, presidente del comitato, frutto di valutazioni personali e prive di alcun fondamento” così in una nota stampa l’amministrazione comunale di Montesilvano replica alla lettera aperta che in mattinata il comitato di quartiere PP1 ha diffuso, nella lettera il comitato cittadino chiedeva sanzioni, una penale per l’impresa esecutrice, il ripristino del patrimonio arboreo e le dimissioni dell’assessore.

«Si ribadisce quanto già precisato in una precedente replica già inviata alla stampa», dice l’assessore al Verde pubblico, Ernesto De Vincentiis, «e cioè che tutte le nostre attività relative alla gestione di alberi e piante sono sottoposte al controllo di un autorevole agronomo, il dottore forestale Francesco Cellini, vicepresidente dell’Ordine degli agronomi e dei dottori forestali della provincia di Pescara. Non solo, abbiamo in ufficio, decine e decine di richieste di cittadini che ci richiedono interventi per piante a rischio crollo. Il caso segnalato dalla stampa proprio venerdì scorso a Silvi (dove un grosso pino è caduto su via Saline) evidenzia che il problema sentito dalla cittadinanza sia più che reale. E’ ovviamente dovere dell’amministrazione rispondere alle richieste dei montesilvanesi, chiaramente dopo gli opportuni controlli tecnici, in particolar modo durante la stagione invernale quando piogge incessanti, venti forti e possibili nevicate possono creare disagi se non incidenti».

«Si puntualizza che le attività di abbattimento», sottolinea Francesco Cellini, «qualora venga constatato il completo “disseccamento in piedi” degli alberi, viene ordinata direttamente dall’Ufficio tenico comunale per esclusivi motivi di incolumità pubblica».

Guarda anche

Concessioni a Ortona. Il TAR non concede sospensiva

Le prescrizioni della Sovrintendenza paiono sufficienti anche sul Fratino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 + 3 =