domenica , 16 giugno 2019
Home » Culture » Eventi » Abbateggio, riapre al culto dopo il restauro la chiesa della Madonna dell’Elcina

Abbateggio, riapre al culto dopo il restauro la chiesa della Madonna dell’Elcina

Abbateggio – Domani alle ore 17.30 si svolgerà la Cerimonia di RIAPERTURA AL CULTO della CHIESA DELLA MADONNA DELL’ELCINA ad Abbateggio, riportando questo importante luogo mariano alla venerazione di tutti i fedeli. L’Amministrazione Comunale di Abbateggio nel corso degli ultimi quindici anni ha messo a frutto una serie di interventi prioritari atti a potenziare un processo di sviluppo economico e sociale del proprio territorio ed a riqualificare il patrimonio storico-architettonico attraverso il recupero ed il restauro dei beni architettonici tutelati dai Beni Ambientali ed Architettonici di Chieti.

Sotto l’amministrazione guidata dal Sindaco Antonio Di Marco, pur essendo la chiesa della Madonna dell’Elcina riconosciuta di proprietà della parrocchia di San Lorenzo Martire, grazie ad uno specifico decreto vescovile del 9 novembre 2000 n. 138/98, il Comune di Abbateggio ha intrapreso un’ incessante e pressante richiesta di fondi per riportare alla fruibilità di tutta la comunità parrocchiale tale importante luogo di culto.

Il Comune di Abbateggio ha ottenuto nel 2007, grazie alla premura dell’on. Grazia Francescato,  un finanziamento dal Ministero dell’Economia e delle Finanze di € 200.000,00 destinato al recupero e restauro del Santuario della Madonna dell’Elcina. I lavori previsti dal progetto hanno consentito di mettere innanzitutto in sicurezza la chiesa mediante il rifacimento della copertura ed il consolidamento delle murature portanti. In tale occasione sono state riportate alla luce anche le fosse comuni con in resti mortali dei nostri antenati sepolti fino al 1871.

Nel 2011 la Fondazione Pescarabruzzo, presieduta dal Prof. Nicola Mattoscio, ha finanziato, con un contributo di circa € 10.000, il restauro della statua in terracotta tinteggiata della Madonna dell’Elcina, risalente al sec. XVI e nel 2019 con un contributo di € 8.000 il recupero e restauro delle decorazioni interne alla chiesa.

La Regione Abruzzo, presieduta dal Governatore Luciano D’Alfonso, con Delibera di Giunta n. 1 del 7 gennaio 2017 ha concesso un finanziamento di € 150.000,00 per realizzare le opere interne: pavimentazione, intonaci, decorazioni e tinteggiature; i minuziosi ed attenti interventi di recupero e restauro dell’edificio, degli affreschi e dei decori al suo interno costituiscono una preziosa occasione di valorizzazione del nostro patrimonio. Un ulteriore finanziamento di € 100.000,00 del Masterplan Abruzzo consentirà la messa in sicurezza del campanile della Chiesa della Madonna dell’Elcina.

Fondamentale è stato il contributo dei cittadini di Abbateggio, degli emigranti e delle Associazioni “Anziani Jo Danese”, “Compagnia dell’Abate” e “Alle Falde della Majella”, che non hanno fatto mancare il proprio sostegno attraverso donazioni di immensa generosità; in particolare il lascito di € 20.000,00 fatto avere a me dalla compianta dott.ssa Riziera Spadaccini.

 

«In qualità di Sindaco del Comune di Abbateggio, che guido dal 2004, –scrive il Primo cittadino Antonio D Marco– non nascondo la mia grande soddisfazione per la riconsegna alla comunità di Abbateggio di questo importante luogo mariano venerato da tutti i fedeli, la chiesa madre del nostro borgo!
Per Abbateggio è una giornata straordinaria, e per me è un evento particolare, poiché sin da bambino la Chiesa della Madonna dell’Elcina è stata una presenza certa, un punto di riferimento per la mia famiglia, così come per le altre famiglie abbateggiane, un luogo che mi ha accompagnato nell’uscita e nel rientro a casa.
Fu mia nonna Assunta a trasmettermi l’immenso valore mistico del colle dell’Elcina, da sempre luogo denso di spiritualità, di raccoglimento e di pace.

Il mio ringraziamento va agli amministratori comunali che ho guidato come Primo Cittadino, che hanno sostenuto la mia volontà di destinare risorse pubbliche a questo edificio di culto, per riconsegnarlo alla comunità il prima possibile.
Un sentito grazie va ai tecnici, alla struttura municipale, alle ditte e alle maestranze che hanno eseguito i lavori e a tutti coloro che hanno partecipato, collaborato e si sono adoperati affinché noi oggi potessimo riaprire al culto la Chiesa della Madonna dell’Elcina.
Ringrazio la Soprintendente Rosaria Mencarelli e i funzionari Giuseppe Di Girolamo e Anna Colangelo della Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio d’Abruzzo per la supervisione, la consulenza e l’accurata opera di restauro degli elementi decorativi in stucco e della riproduzione delle decorazioni pittoriche e dei finti marmi all’interno della chiesa.Il mio ringraziamento finale va al Card. Edoardo Menichelli e a Mons. Bruno Forte per l’attenzione e la vicinanza mostrate per questo presidio religioso e ai parroci che si sono avvicendati nel corso di questi anni alla guida della comunità dei fedeli di Abbateggio.

La buona amministrazione e il gran senso di responsabilità, unite alla profonda fede e devozione, ci hanno consentito oggi la riapertura al culto della Chiesa della Madonna dell’Elcina».

La cerimonia, a cui parteciperanno autorità militari e civili e cittadini, prevede:

alle ore 17.30 la processione dalla Chiesa della Madonna del Carmine alla Chiesa della Madonna dell’Elcina;

alle ore 18.00 la Santa Messa con Rito della Dedicazione dell’altare, presieduto da S. E. Rev.ma Mons. Bruno FORTE Vescovo di Chieti-Vasto

Guarda anche

10 anni dopo il sisma: a Vasto incontro pubblico “Commissione Grandi Rischi: quale Verità e quale giustizia?”

Vasto - Ricostruiamo la Memoria insieme a chi nei terribili giorni del terremoto aquilano del 2009 ha subito lutti e dolori, portando avanti la lotta per verità e giustizia su quanto accaduto prima, durante e dopo le scosse di quella notte maledetta. Voci che, in occasione delle commemorazioni del decennale, non hanno avuto il giusto spazio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − 12 =