lunedì , 21 ottobre 2019
Home » Focus » Ambiente » LA GUARDIA COSTIERA DI GIULIANOVA DIVENTA “AMMINISTRAZIONE PLSTIC FREE”

LA GUARDIA COSTIERA DI GIULIANOVA DIVENTA “AMMINISTRAZIONE PLSTIC FREE”

Giulianova – Si è tenuto questa mattina nell’aula magna dell’Istituto Alessandrini-Marino di Teramo, alla presenza di oltre 200 studenti, il significativo momento di nomina della Guardia Costiera di Giulianova e dei suoi quattro Uffici marittimi dipendenti di Martinsicuro, Tortoreto, Roseto degli Abruzzi e Silvi, a Comandi PlasticFree, con la consegna simbolica a tutto il personale militare, da parte del direttivo dell’Area Protetta Torre del Cerrano – che aderisce anch’essa all’iniziativa – di una borraccia individuale in acciaio inox per consumare l’acqua alla scrivania e bandire così l’uso di plastiche monouso negli uffici marittimi della costa teramana.

Un gesto concreto e un esempio virtuoso per la giovane platea alla quale è stata presentata anche la campagna nazionale #PlasticFreeGC promossa dal Comando Generale delle Capitanerie di porto e dal Ministero dell’Ambiente.

Significativo il patrocinio morale che l’iniziativa ha registrato da parte di WWF Italia e Legambiente Abruzzo, presenti all’incontro odierno, a testimonianza dell’impegno condiviso in una battaglia comune.

Non solo borracce per ogni militare: negli uffici e nelle mense dei Comandi teramani della Guardia Costiera sarà bandito l’uso di prodotti plastici, a fronte del ritorno al pieno utilizzo dei materiali tradizionali.

Inoltre, le unità navali della Guardia Costiera verranno dotate di prodotti confezionati da aziende “amiche dell’ambiente”.

L’iniziativa afferma Claudio Bernetti, Comandante della Guardia Costiera di Giulianova – promossa nel segno del particolare legame che unisce Guardia Costiera e Parco del Cerrano, costituisce un investimento sul nostro futuro. Rivolgersi ai più giovani, dando loro esempi concreti, lascia sperare di poter ancora invertire la rotta. Questo messaggio viene lanciato oggi, con forza e non a caso, assieme ad Area Protetta, WWF e Legambiente con cui la Guardia Costiera condivide animo ambientale e impegno quotidiano.”

Guarda anche

Raccolta Differenziata: a Chieti verifica con analisi a campione di un autocompattatore, molti errori da parte degli utenti

Chieti - Si è svolto questa mattina un ennesimo “blitz” voluto dal Comune di Chieti e dal Consorzio Formula Ambiente per analizzare il contenuto di un autocompattatore in servizio a Chieti Scalo. Si fanno sempre più serrati i controlli sul territorio al fine di analizzare il corretto conferimento della spazzatura da parte dei cittadini. Questa mattina, mercoledì 16 ottobre, i tecnici della ditta Eco-Servizi 2, incaricati dal Consorzio Formula Ambiente e dal Comune di Chieti, hanno analizzato a sorpresa il contenuto di un autocompattatore in servizio nella zona di Chieti Scalo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + 12 =