domenica , 20 ottobre 2019
Home » Passioni » People » Associazioni » Volontariato: a Giulianova “Io non rischio”: buone pratiche di protezione civile

Volontariato: a Giulianova “Io non rischio”: buone pratiche di protezione civile

Sabato 12 e domenica 13 ottobre i volontari di Giulianova incontreranno i cittadini in Piazza Fosse Ardeatine

Il volontariato di protezione civile, le istituzioni e il mondo della ricerca scientifica si impegnano insieme per comunicare sui rischi naturali che interessano il nostro Paese. Il 12 e il 13 ottobre volontari e volontarie di protezione civile allestiranno punti informativi “Io non rischio” nelle principali piazze italiane, per diffondere la cultura della prevenzione e sensibilizzare i propri concittadini sul rischio sismico, sul rischio alluvione e sul maremoto.

I volontari della Protezione Civile di Giulianonova, sabato 12 e domenica 13 ottobre, incontreranno i cittadini in Piazza Fosse Ardeatine, per diffondere le buone pratiche di protezione civile in caso di alluvione.

“Da sempre sostengo i volontari per il loro instancabile operato in città – dichiara il Sindaco Jwan Costantini – non solo come semplice cittadino ma anche in qualità di volontario e di massima autorità della Protezione Civile a livello comunale. Ho voluto, infatti, dare il mio contributo sostenendo la campagna “Io non rischio” come testimonial, insieme ad altri personaggi giuliesi nell’ambito dello sport e della cultura”.

Scenderanno in piazza, insieme ai volontari giuliesi, esponenti dell’Amministrazione Comunale, per spiegare ai cittadini le linee guida del Piano d’Emergenza Comunale.

“Io non rischio” – campagna nata nel 2011 per sensibilizzare la popolazione sul rischio sismico – è promossa dal Dipartimento della Protezione Civile con Anpas-Associazione Nazionale Pubbliche Assistenze, Ingv-Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia e Reluis-Rete dei Laboratori Universitari di Ingegneria Sismica. L’inserimento del rischio maremoto e del rischio alluvione ha visto il coinvolgimento di Ispra-Istituto superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale, Ogs-Istituto Nazionale di Oceanografia e di Geofisica Sperimentale, AiPo-Agenzia Interregionale per il fiume Po, Arpa Emilia-Romagna, Autorità di Bacino del fiume Arno, CamiLab-Università della Calabria, Fondazione Cima e Irpi-Istituto di ricerca per la Protezione idro-geologica.

La Protezione Civile di Giulianova sta diffondendo materiale informativo sull’iniziativa, attraverso i suoi canali: sul web tramite il sito  bachecaprotezionecivilegiulianova.blogspot.com, sulla pagina Facebook Protezione Civile.Giulianova e su Twitter @gvpcgiulianova.

Sul sito ufficiale della campagna, www.iononrischio.it, è possibile consultare i materiali informativi su cosa sapere e cosa fare prima, durante e dopo un terremoto, un maremoto o un’alluvione.

Guarda anche

L’associazione “Il Sogno di Iaia” dona tre defibrillatori al Comune di Giulianova

Giulianova - L’associazione benefica “Il Sogno di Iaia”, attivissima da anni sul territorio nazionale con progetti ed idee sempre nuovi al servizio della comunità in nome della piccola Ilaria Orlando, donerà tre defibrillatori alla città di Giulianova. Gli apparecchi verranno posizionati in strutture scolastiche e sportive, a disposizione della comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

17 + quattro =