giovedì , 9 Dicembre 2021

Coronavirus, Marsilio ringrazia le realtà che si sono rese disponibili nel reperimento di materiali e posti letto

MARSILIO, ABRUZZO E’ UNA SOLA GRANDE SQUADRA

 

MARSILIO RINGRAZIA AZIENDE PER DONAZIONI
AGGIORNAMENTO 20:12 L’Aquila – L’appello fatto alle aziende del territorio per la donazione di camici e tute a favore delle strutture sanitarie abruzzesi ha cominciato da subito a dare segnali positivi. La Honda e subito dopo la Sevel sono state le prime aziende che hanno offerto il materiale che avevano in magazzino, corrispondente alla tipologia necessaria per i sanitari che operano negli ospedali. Circa un centinaio di camici nelle prossime ore saranno già a disposizione degli operatori sanitari. “Voglio ringraziare per la loro sensibilità le aziende che hanno aderito al nostro appello mettendo subito a disposizione il materiale – ha detto il presidente Marco Marsilio – avevo dato mandato all’assessore alle Attività produttive Mauro Febbo di interloquire con le aziende abruzzesi al fine di sensibilizzarli alla donazione. Altre aziende ci hanno contattato che dovrebbero darci risposte nelle prossime ore”.

 

Pescara – «In questo immane sforzo che stiamo facendo per fronteggiare una ciclopica emergenza, voglio ringraziare tutte quelle realtà che si sono attivate in una generale corsa contro il tempo per il reperimento di materiali e posti letto». Lo afferma il presidente della Giunta, Marco Marsilio. «In Italia e nel mondo intero – afferma il presidente – non esistono ancora oggi capacità produttive tali da far fronte a una richiesta così elevata di dispositivi necessari ad allestire i reparti di rianimazione e terapia intensiva per un numero enorme di malati. Il governo sta centralizzando gli acquisti, attivando fabbriche per moltiplicare la produzione, ma i tempi tecnici potrebbero essere più lenti della grande velocità a cui viaggia il contagio.
Per questo oggi voglio ringraziare tutti per la grande collaborazione: le cliniche private, che stanno fornendo tutti i ventilatori e macchinari utili ad allestire i reparti di terapia intensiva e rianimazione; stanno inoltre mettendo a disposizione ogni giorno le loro strutture in cui accogliere i malati non affetti da coronavirus, così da liberare posti letto preziosi negli ospedali pubblici da riconvertire allo scopo.
Nessuno si è sottratto, hanno tutti offerto collaborazione spontanea, fornendo quanto in loro possesso, senza alcuna resistenza o difficoltà. Questo è lo spirito giusto. Il mio ringraziamento – sottolinea – va anche alle aziende che per la tipologia delle loro lavorazioni – come le aziende chimiche, quelle che producono vernici, ecc – hanno messo a disposizione degli ospedali le tute di protezione professionali di cui sono dotati i loro operai: non potendo costruire dall’oggi al domani camere a pressione negativa, questi dispositivi permettono comunque ai nostri sanitari di poter operare in sicurezza. Infine, ringrazio chi sta facendo la sua parte offrendo donazioni.
A tal proposito, ricordo che la Regione Abruzzo ha messo a disposizione dei cittadini un conto corrente bancario dedicato a quanti volessero contribuire, a titolo di solidarietà, con donazioni o liberalità a supporto del sistema sanitario che sta gestendo l’emergenza. Il codice IBAN è il seguente: IT 48 V 05387 12917 000000040300. Grazie, Abruzzo. Insieme ce la faremo!».

 

Guarda anche

Coronavirus: in Abruzzo oggi sono 485 i nuovi positivi – dati aggiornati al 2 dicembre

Pescara. – Sono 485 (di età compresa tra 1 e 94 anni) i nuovi casi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × 1 =