mercoledì , 2 Dicembre 2020
Gaetano Marano

Mascherine, i pensionati CNA chiedono numero verde e consegna a casa

Marano: la richiesta online decisa
dal Comune di Pescara è poco adatta agli anziani

PESCARA – «La scelta del Comune di Pescara di prevedere la prenotazione di mascherine di protezione attraverso la sola modalità online, penalizza fortemente il mondo degli anziani». Lo dice il presidente provinciale di CNA Pensionati, Gaetano Marano, secondo cui «il provvedimento, pur apprezzabile, non fa i conti con la condizione obiettiva di una parte della popolazione, come gli anziani, spesso alle prese con problemi di solitudine, che con il web ha scarsa dimestichezza e che non sempre dispone degli strumenti necessari, come computer o smartphone. Il Comune dovrebbe pertanto attivare al più presto altre modalità per la richiesta, come ad esempio l’istituzione di un numero verde telefonico, consentendo a questa parte della popolazione di accedere con più facilità alla richiesta». Al tema della prenotazione, a detta dei pensionati CNA, andrebbe tuttavia collegato anche quello relativo alla distribuzione delle mascherine: «Attualmente, stando sempre a quanto prospettato sul sito del Comune – prosegue Marano – una volta avviata la procedura di richiesta, gli interessati riceveranno una mail o un sms in cui verrà comunicata la modalità di ritiro. Crediamo che per la popolazione ultrasessantacinquenne, cui si raccomanda continuamente di uscire il meno possibile, vada invece favorita, nelle forme e modi che l’amministrazione riterrà più opportuni, la consegna a domicilio».

Guarda anche

Coronavirus: emergenza e salute psicologica degli operatori sanitari: oltre la metà segnala un impatto negativo

Il 54% degli operatori sanitari in prima linea per l’emergenza Coronavirus riporta la necessità di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sei − tre =