venerdì , 9 Dicembre 2022

Maurizio Acerbo dimesso dall’ospedale dopo 16 giorni. Era ricoverato per Covid 19

Pescara – Il segretario nazionale di PRC-SE Maurizio Acerbo è uscito oggi pomeriggio dall’ospedale dopo 16 giorni di ricovero per covid. Ad annunciarlo è stato lo stesso Acerbo con un post sui canali social.

«Carissim*, mi hanno comunicato che oggi pomeriggio ESCO DALL’OSPEDALE!
Un’autombulanza mi porterà in una casa messa a disposizione da mia zia Giuseppina e dai cugini Antonella e Vincenzo che ringrazio.
Dovrò rimanere isolato visto che ho ancora polmonite e rimango positivo. Prenderò i farmaci a casa sperando che non ci siano ricadute. Non è finita ma vuol dire che il peggio è passato (facciamo le corna).
Non posso non ringraziare di cuore tutto il personale, medici, infermieri, oss a partire dal dott. Giustino Parruti, i pazienti con cui ho condiviso questi sedici giorni, e tutte le persone che mi hanno inondato di messaggi di affetto, amicizia, solidarietà. È stata un’esperienza umana bellissima nonostante tutto.
Il video non è un invito a disobbedire al distanziamento sociale. Il tempo delle feste ritornerà,
per dirla parasfrasando Ingrao. Ma come insegnavano i Beastie Boys bisogna combattere per il diritto alla festa.
Quindi ora massima prudenza e distanza. Niente abbracci e baci. Usate mascherine.
Poi dopo la fine della pandemia organizzeremo feste ovunque, sulle strade, le piazze, le spiagge.
Ora combattiamo unit* per uscire tutti insieme dalla pandemia proteggendo i piu deboli e vulnerabili.

Grazie di cuore a tutt*
Viva la vita!
Pace e amore!»

Il post nel quale il Segretario annuncia le sue dimissioni

Un’autombulanza si legge nella nota di La segreteria nazionale delPartito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea lo ha accompagnato in una casa dove dovrà rimanere in completo isolamento domiciliare. Maurizio è ancora positivo. La diagnosi nella lettera di dimissione parla di “insufficienza respiratoria acuta a lenta risoluzione nel quadro di polmonite interstiziale da Sars-Cov2 in soggetto affetto da ipertensione arteriosa in trattamento”. 
Dovrà quindi prendere farmaci e riposare finché il virus non sarà completamente sconfitto.È stato dimesso perché ha la possibilità di isolamento domiciliare.


«A nome di tutte le compagne e i compagni di Rifondazione Comunista facciamo a Maurizio gli auguri di completa guarigione nel più breve tempo possibile.Ringraziamo tutte le persone, gli esponenti politici e istituzionali, i militanti e dirigenti dei partiti europei e di altri continenti che in questi giorni hanno mandato messaggi di vicinanza e solidarietà.
Ringraziamo Maurizio per aver continuato a testimoniare, anche in una circostanza come questa, l’impegno da comunista per la difesa della sanità pubblica e il diritto alla salute». E’ stato l’augurio della segreteria nazionale del Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea-

Guarda anche

GIORNATA INTERNAZIONALE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ: L’IMPEGNO DI POSTE ITALIANE IN ABRUZZO

Abbattimento delle barriere architettoniche, realizzazione di rampe e montascale, sportelli e ATM Postamat ribassati tra le …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

1 × 1 =

La tua pubblicità su Hg