martedì , 7 Dicembre 2021
Andrea Colletti

AUTOSTRADE A24/A25: INTERROGAZIONE DI COLLETTI (M5S), MIT SI COSTITUISCA PARTE CIVILE

Pescara – “E’ più che mai opportuno che il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti si costituisca parte civile nell’ambito del procedimento a carico dei vertici di Strada dei Parchi Spa, società che ha in concessione le autostrade A24 e A25”. Lo afferma il deputato Andrea Colletti (M5s) che sulla questione oggi ha presentato un’interrogazione al Mit. 

“Durante la scorsa udienza di costituzione delle parti – scrive il parlamentare – sono intervenute quali costituende parti civili sia l’Associazione italiana familiari e vittime della strada sia Anas S.p.A., con rinvio di udienza del giudicante al prossimo 26 febbraio, durante la quale sarà sciolta la riserva sulla loro ammissione nel giudizio. Non è passata inosservata – osserva il deputato – l’assenza del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il quale, in altri tempi, ha rimarcato, per il tramite dei propri funzionari, le gravissime inadempienze poste in essere da parte della società concessionaria”.

Colletti ricorda inoltre che “i fatti contestati dalla Procura aquilana ai soggetti apicali della società, attengono alla sicurezza strutturale e sismica di ponti e viadotti” e tirano in ballo, tra l’altro, il rischio di “crollo totale o parziale delle pile e degli impalchi di nove dei venticinque viadotti che interessano il territorio. Le imputazioni – aggiunge – spaziano dal reato di attentato alla sicurezza dei trasporti e crollo di costruzioni o altri disastri dolosi, all’inadempienza e frode nelle pubbliche forniture”.

Alla luca di tali elementi, il deputato, nell’interrogazione, chiede se il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti “intenda prendere parte al giudizio, in via formale, mediante atto di costituzione di parte civile”.

Guarda anche

A Celano nasce il gruppo di centrodestra “Coraggio Italia”

Celano – “È l’esito di un percorso che parte da lontano, e l’inizio di una …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici − nove =