sabato , 6 Marzo 2021

Dispersi sul monte Velino: ritrovati i corpi dei 4 escursionisti

PESCARA – Sono stati ritrovati i 4 corpi degli escursionisti  dispersi sul monte Velino, di loro non si avevano più notizie dallo scorso 24 gennaio, molto probabilmente il gruppo era stato sorpreso da una valanga, una fatalità per la quale hanno perso la vita Valeria Mella, Tonino Durante, Gian Mauro Frabotta e Gianmarco Degni.

I soccorsi erano partiti subito, e nei primi giorni un segnale arrivato da un cellulare aveva destato qualche speranza,  quella flebile traccia era comunque servita per orientare le ricerche. 
La neve e il maltempo hanno reso difficile il lavoro dei soccorritori che con l’ausilio di elicotteri e cani molecolari hanno cercato i dispersi con determinazione, fino alla tragica scoperta avvenuta oggi.

I resti di tutti quattro gli escursionisti sono stati  localizzati, ma per ragioni di sicurezza a causa del pericolo di valanghe, i soccorritori ne hanno potuto recuperare solo tre. Le operazioni per riportare a valle il quarto corpo sono state rinviate a domani. 

Marsilio, “Abruzzo vicino alle famiglie delle vittime

« Tutta la comunità abruzzese si stringe commossa alle famiglie di queste povere vittime con tutto l’affetto di cui siamo capaci. Ho ringraziato di cuore il prefetto Cinzia Torraco che questa mattina mi ha dato notizie del primo ritrovamento, per la grande umanità e sensibilità con la quale ha diretto e coordinato i soccorritori, che anche domani continueranno a cercare l’ultimo disperso. Uomini e donne di grande generosità che non hanno mai smesso di cercarli, prima nel tentativo di salvarli e poi per assicurare alle famiglie la restituzione dei loro cari e il diritto a una degna sepoltura.» Così il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio.

La solidarietà del PD

“Esprimiamo cordoglio e vicinanza alle famiglie degli escursionisti sul Velino i cui corpi sono stati appena ritrovati”: lo dichiarano Michele Fina, Francesco Piacente e Anna Paolini, segretari del Partito Democratico abruzzese, della provincia dell’Aquila e di Avezzano. Per Fina, Piacente e Paolini si tratta di “una ferita che segna profondamente tutta la nostra comunità. Il nostro ringraziamento va alle donne e agli uomini che sul territorio con impegno hanno lavorato alle ricerche. Adesso è il momento del silenzio”. 

Liris, “in silenzio, ma con la speranza nel cuore”

Pescara – “Esprimo il più profondo cordoglio e sentimenti di vicinanza ai familiari dei tre escursionisti di Avezzano, ritrovati purtroppo senza vita, dopo interminabili giorni di ricerche nel vallone del monte Velino. Una tragedia che colpisce la comunità marsicana e tutta la regione”. Lo afferma l’assessore Guido Liris. “L’Abruzzo – prosegue – è rimasto in silenzio, da domenica 24 gennaio, giorno in cui non si hanno più avuto notizie dei 4 escursionisti ma con la speranza nel cuore di trovarli miracolosamente ancora in vita. Abbiamo voluto crederci fino all’ultimo, seguendo con apprensione e fiducia le difficilissime operazioni dei soccorritori abruzzesi e provenienti da altre regioni. Intendo ringraziare, ad uno ad uno, tutti coloro che sono impegnati in questa complicata e drammatica vicenda: le forze dell’ordine, l’esercito, il soccorso alpino e speleologico, il corpo forestale, i vigili del fuoco, la protezione civile con tutti i volontari, a cui resta, ancor più che a noi, quella terribile angoscia dei rinvenimenti privi di vita. Un’ altra giornata di dolore che segna l’ennesima ferita sulla nostra terra, un lutto unanime nella consapevolezza che i genitori, i parenti e gli amici avvertono incolmabile il vuoto generato dalle premature scomparse. Giungano a loro le più sentite condoglianze”. 

Guarda anche

Minacce via social ai giornalisti Giancarlo Falconi e Alfredo Giovannozzi. La solidarietà di Fnsi e Sga

Una testimonianza “troppo” efficace, “troppo” vera, con immagini “troppo” ravvicinate di una protesta di piazza …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro × cinque =