domenica , 18 Aprile 2021
Franco Ricci

Pescaturismo e ittiturismo: in arrivo 22 mila euro per i pescatori della Costa dei Trabocchi

Il Flag Costa dei Trabocchi ripropone il bando per la concessione di contributi agli operatori

Far scoprire la cultura e la tradizione marinara locale attraverso escursioni lungo la costa, osservazione dell’attività di pesca, pratica della pesca sportiva o degustazioni di pescato fresco a bordo o a terra. Pescaturismo e ittiturismo rappresentano oggi nuove forme di turismo esperienziale e queste sono solo alcune delle attività turistico-ricreative offerte da chi le pratica, in un’ottica di salvaguardia dell’ambiente marino.

 Così, per incentivare la creazione di nuove iniziative di pescaturismo e ittiturismo, accrescere la conoscenza della pesca, differenziare le attività dei pescatori e arricchire la gamma dei prodotti turistici della costa teatina, il Flag Costa dei Trabocchi ha emesso un nuovo avviso pubblico, con scadenza il 26 aprile 2021, attraverso il quale mette a disposizione una dotazione finanziaria complessiva di 22mila euro derivanti dal Fondo europeo per gli affari marittimi e la pesca (Po Feamp 2014-2020).

L’azione si rivolge in particolare ai pescatori e agli armatori di imbarcazioni da pesca residenti o con sede legale/operativa in uno dei comuni costieri della provincia di Chieti (da Francavilla a San Salvo) che potranno contare su un contributo massimo di circa 22.000 euro, non cumulabile con altri sostegni pubblici goduti dal beneficiario per lo stesso progetto di investimento e per le singole spese ammissibili. Quanto all’intensità del sostegno è previsto un massimo dell’80% della spesa ammissibile per gli operatori della pesca artigianale e del 50% per gli operatori della pesca.

Nel dettaglio la misura intende: favorire la riqualificazione di locali da adibire ad alloggio e/o ristoro per attività di ittiturismo; sostenere l’acquisto di attrezzature e l’adeguamento di imbarcazioni per renderle idonee ad accogliere passeggeri per attività di pescaturismo. Sono ritenuti, quindi, ammissibili gli investimenti che contribuiscano alla diversificazione del reddito dei pescatori tramite lo sviluppo di attività complementari correlate all’attività principale della pesca, ad esempio: investimenti a bordo; turismo legato alla pesca sportiva; ristorazione; servizi ambientali legati alla pesca; attività pedagogiche relative alla pesca. I progetti dovranno essere ultimati entro 12 mesi dalla data di notifica del provvedimento di concessione del contributo.

«Con questo ulteriore finanziamento vogliamo stimolare il settore della pesca e offrire opportunità di sviluppo lavorativo ai pescatori locali. Pescaturismo e ittiturismo rappresentano nuove attrattive per i turisti amanti del mare e un modo alternativo per promuovere il nostro territorio», dichiara Franco Ricci presidente del Flag Costa dei Trabocchi.

Le domande di partecipazione dovranno essere redatte utilizzando gli appositi moduli disponibili sul sito www.flagcostadeitrabocchi.it e pervenire entro le ore 23.59 del 26 aprile 2021, a mezzo posta elettronica certificata, all’indirizzo gac.costadeitrabocchi@legalmail.it, precisando nell’oggetto: “Nome beneficiario – domanda di partecipazione all’Avviso pubblico di cui all’Azione 1.B.1 del PdA del FLAG Costa dei Trabocchi”.

Guarda anche

Aeroporto d’Abruzzo: tre nuove rotte da Pescara questa estate

Pescara – La compagnia aerea Ryanair, ha lanciato oggi (1 aprile) il proprio operativo rivisto …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

venti + 5 =