venerdì , 3 Dicembre 2021

A Pescara dopo 8400 chilometri a piedi per combattere la sclerosi tuberosa – VIDEO

Pescara – La sclerosi tuberosa è un malattia genetica grave, che affligge nove persone su centomila, in genere di età infantile tra i tre e i sei anni e, in un minor numero di casi, anche oltre. 
Questo già esprime la gravità di questa patologia, che dal punto di vista clinico richiede monitoraggio costante e spese importanti sia per le prestazioni mediche che per l’acquisto di farmaci. 

Su queste basi si è mossa l’iniziativa di sensibilizzazione che vede protagonista il 68enne Elio Brusamento, l’alpino di Padova che dopo 8400 chilometri percorsi a piedi, passando dalle Alpi fino in Francia per poi scendere verso Sud, è arrivato ieri sera a Pescara e questa mattina, alla presenza del sindaco Carlo Masci, dell’assessore Nicoletta Di Nisio e della referente Malattie rare per la Asl, Silvia Di Michele, ha incontrato i giornalisti a palazzo di città. 
Elio ha voluto divulgare un messaggio di sensibilizzazione affinché i cittadini possano donare all’AST (Associazione sclerosi tuberosa) a favore della ricerca e perché questa patologia oncologica venga riconosciuta dalle norme di politica sanitaria. 
Il signor Brusamento ha ricevuto una targa dall’amministrazione.

Guarda anche

Giornata per l’eliminazione della violenza sulle donne: la CPO di Martinsicuro installa “scarpette rosse” nelle piazze principali

Martinsicuro – La Commissione Pari Opportunità (CPO) di Martinsicuro, in occasione della Giornata Internazionale per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × tre =