giovedì , 27 Gennaio 2022

Educational tour “Scopriamo l’Abruzzo”: Tour operator a Manoppello da tutta Italia

Manoppello – Trenta tour operator da tutta Italia a Manoppello per l’educational tour “Scopriamo insieme l’Abruzzo”. Grazie all’iniziativa di due operatori locali, impegnati in attività di accoglienza e trasporto, che si sono fatti carico di ospitare ed organizzare la tre giorni di incoming in città, i trenta operatori arrivati da Marche, Molise, Piemonte, Puglia, Emilia Romagna, Sicilia, Lombardia hanno potuto sperimentare un prototipo di itinerario turistico ed enogastronomico tra le provincie di Pescara a Chieti.

In particolare, facendo tappa a Manoppello, i tour operator rimasti piacevolmente impressionati dalle bellezze storico-architettoniche della città (dal centro storico all’Abbazia di Santa Maria Arabona), che dovrà sempre più coniugare la sua vocazione al turismo religioso, per la presenza della Basilica del Volto Santo, con le potenzialità storico-naturalistiche; hanno visitato le vicine abbazie di San Liberatore a Maiella a Serramonacesca e di San Clemente a Castiglione a Casauria, apprezzato la bellezza delle montagne con una tappa a Passo Lanciano e raggiunto le città di Guardiagrele, Chieti e Lanciano fino a Fossacesia, con l’Abbazia di San Giovanni in Venere e la Costa dei Trabocchi.

“Cerniera geografica fra la montagna e il mare, Manoppello è una città capace di stupire e punto di partenza privilegiato per scoprire l’Abruzzo. È questa la veste – ha spiegato l’assessore al Turismo del Comune di Manoppello Giulia De Lellis – con cui abbiamo presentato la città agli operatori turistici che sono rimasti piacevolmente impressionati dall’abbondanza di itinerari da scegliere e dalla quantità di bellezze che potranno presentare ai loro clienti. A pochi chilometri dall’aeroporto di Pescara, a qualche ora di autostrada da Roma, a due passi dalla costa, ma anche vicinissima alla montagna, Manoppello – ha aggiunto De Lellis – può essere un punto di partenza interessante per scoprire l’Abruzzo dei borghi e del Parco Maiella, ma anche il crocevia per itinerari di turismo religioso con la Basilica del Volto Santo collocata al centro di percorsi che potrebbero toccare, nel centro-sud Italia, i Santuari della Madonna di Loreto nelle Marche, di Santa Rita da Cascia in Umbria e ancora in Abruzzo il Miracolo Eucaristico di Lanciano e, più a sud, in Puglia, il Santuario di Padre Pio a San Giovanni Rotondo”.

Senza tralasciare la cultura enogastronomica, attenzione è stata posta anche al turismo natura con i percorsi nel Parco della Majella, tra eremi, trekking e borghi montani, alla riscoperta dei Cammini, fino all’esperienze in grotta e nelle ex miniere di bitume che si stanno cercando di valorizzare e mettere a sistema con progetti ad hoc. Tutti temi trattati nel corso dell’incontro di apertura che ha visto ospiti, fra gli altri, il presidente del Parco Maiella Lucio Zazzara e il presidente dell’associazione Per la Majella Quintino D’Alfonso.

“Patrocinando questa attività di incoming, l’Amministrazione ha voluto riconoscere l’importanza di un’attività di promozione turistica utile a tutti, anche per questo nel corso della tre giorni sono stati coinvolti anche altri operatori che si occupano di valorizzazione del territorio – ha detto il sindaco Giorgio De Luca -. Con uno sguardo al mare Adriatico e l’altro alla catena appenninica della Maiella, Manoppello è il luogo ideale per un’esperienza fra storia e natura che offre un ampio ventaglio di proposte in una porzione limitata del territorio. Nel ringraziare i promotori di Manoppello Mattia Di Vincenzo, Rossano Cardinale, Patrizia Cardinale, Roberto Di Vincenzo dell’Hotel “La Casa del Pellegrino” e Lucia Franceschelli e Davide Di Carlo di Holiday Events che hanno pianificato l’evento garantendone la buona riuscita, e con loro tutti operatori locali coinvolti, oltre agli amministratori dei Comuni visitati che hanno mostrato con orgoglio le bellezze delle proprie città; auspichiamo – ha concluso il sindaco – che questa possa essere solo la prima di una serie di future attività in cui sarà sempre più importante ampliare e strutturare la rete di accoglienza”.

Guarda anche

Concessioni demaniali, i balneari: «Serve più tempo prima delle gare»

Forum di Cna e Confartigianato: riconoscere ai gestori attuali il lavoro di una vita  PESCARA …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tredici − uno =