domenica , 14 Luglio 2024

Sociale: Quaresimale, a Teramo per la prima volta gli Stati generali

Pescara – Gli Stati generali delle politiche per la disabilità e il sociale si terranno a Teramo il prossimo 5 aprile. Ad annunciarlo è l’assessore regionale alle Politiche sociali, Pietro Quaresimale, nel fare il punto della programmazione delle politiche sociali. “Per la prima volta in Abruzzo – sottolinea l’assessore Quaresimale – si organizzano gli Stati generali per capire lo stato dell’arte delle politiche sociali sul territorio. È un tavolo di confronto pubblico che abbiamo voluto aprire dopo tre anni nei quali abbiamo concentrato gli sforzi maggiori proprio sulle politiche sociali, di inclusione e di lotta alla povertà e all’emarginazione. Questa riflessione pubblica ad alta voce la faremo insieme con la ministra per le Disabilità, Alessandra Locatelli, con la quale ho già avuto contatti e motivo di confronto su queste tematiche”.

La disabilità e lo stato di programmazione delle politiche di inclusione saranno solo un aspetto dell’appuntamento del 5 aprile a Teramo. I riflettori saranno puntati anche sulle politiche sociali in generale, con l’indicazione di una serie di interventi che vogliono ridurre lo stato di disagio e di marginalità di una fetta importante della popolazione abruzzese. “Un ruolo decisivo è destinato a recitarlo il nuovo Piano sociale regionale – sottolinea Quaresimale – che quest’anno con l’approvazione da parte della Giunta regionale dei bilanci dei 24 Ambiti distrettuali sociali di fatto entro nel vivo con l’attuazione delle misure di programmazione in esso previste. L’appuntamento di Teramo servirà anche per rafforzare il confronto che finora c’è stato con le associazioni del territorio impegnate nel sociale”. Accanto alla Regione, tra i soggetti organizzatori, ci sarà anche l’Università degli studi di Teramo. 

Guarda anche

Reddito di cittadinanza, concluso il progetto del Comune di Pescara per 14 famiglie

Un pomeriggio di festa a Villa de Riseis per bambini e ragazzi Pescara – Un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *