domenica , 14 Luglio 2024

Lavoro: Quaresimale, nuovi corsi di formazione per lavoratori area crisi complessa

Pescara – Sono 30 i percorsi di riqualificazione professionale destinati ai lavoratori le cui imprese hanno sede nell’area di crisi complessa Val Vibrata-Val Tronto. Lo rende noto l’assessore regionale alle Politiche del Lavoro, Pietro Quaresimale, a seguito della pubblicazione della graduatoria degli organismi di formazione beneficiari che hanno risposto all’avviso pubblico inserito nella programmazione Fse 2014-2020. Le risorse finanziarie messe a disposizione dalla Regione Abruzzo ammontano a oltre un milione di euro.

“E’ la prima misura che mettiamo a disposizione delle aziende all’indomani del rinnovo dell’accordo con il ministero dello Sviluppo economico e la Regione Marche di proroga dell’area di crisi complessa Val Vibrata-Val Tronto – sottolinea l’assessore Quaresimale -. In questo modo gli organismi di formazione avranno modo di contrattare le aziende all’area di crisi per mettere a disposizione corsi di riqualificazione professionale per i lavoratori. I percorsi formativi che sono stati finanziati – aggiunge l’assessore – rispondono alle esigenze delle aziende ricadenti in quell’area, in ragione del fatto che nell’attività di redazione dell’avviso abbiamo tenuto conto delle necessità delle aziende stesse in tema di riqualificazione professionale del personale”.

Proprio sul tema dell’aggiornamento e riqualificazione del personale delle aziende in crisi, la Regione Abruzzo ha intenzione di prevedere altre misure dello stesso tenore. “Con la nuova programmazione europea – aggiunge Quaresimale – contiamo di promuovere un altro avviso della stessa natura, proprio perché riteniamo che la riconversione delle aziende in crisi passi necessariamente attraverso la formazione e la riqualificazione del personale”.

Guarda anche

Commissione UE designa Abruzzo regione dell’Innovazione

Pescara – La Commissione europea ha indicato l’Abruzzo quale Regional Innovation Valley, Regione dell’Innovazione. La …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *