venerdì , 10 luglio 2020
Home » Archivio per Tag: traforo del Gran Sasso

Archivio per Tag: traforo del Gran Sasso

Traforo del Gran Sasso: Berardini (M5S) “le associazioni riconoscano il grande lavoro del ministro Toninelli dopo decenni di immobilismo”

Roma - “Come rappresentante dei cittadini abruzzesi e membro della Camera dei deputati mi sono subito attivato per lo studio e l’approfondimento dell’emendamento riguardante il commissariamento per la messa in sicurezza dell’acquifero del Gran Sasso presentato ieri presso il Senato della Repubblica. Devo subito chiarire un aspetto: il Movimento 5 Stelle non accetta alcuna deroga alla normativa di tutela ambientale” E' quanto dichiara Fabio Berardini, Deputato del Movimento 5 Stelle.

Leggi ancora »

Teramo il sindaco D’Alberto su traforo del Gran Sasso “atto di gravissima deresponsabilizzazione”

Teramo - “Adesso basta. Il comunicato con cui la società Strada dei Parchi rende noto di non aver ancora revocato la decisione della chiusura del Traforo sull'A24, che implicitamente resta confermata, è un atto che chiama tutta la comunità a una risposta ferma e decisa. I nostri territori non meritano e non possono tollerare ulteriori inaccettabili affronti.  assolutamente il caso che Strada dei Parchi senta con forza la disapprovazione dell'intera comunità territoriale: dalle istituzioni ai semplici cittadini” la dura presa di posizione arriva dal Primo cittadino di Teramo Gianguido D’Alberto

Leggi ancora »

Gran Sasso, Marcozzi (M5S) “inutile chiedere impegno al Governo già al lavoro”

L'Aquila - “La scelta del Movimento 5 Stelle di astenersi dal votare qualsiasi documento in merito alla questione Gran Sasso è molto semplice: il Consiglio Regionale sta chiedendo al Governo di occuparsi di un problema di cui si sta già occupando. Ieri sera, al termine di una riunione, sia il Ministero dei Trasporti che Strada dei Parchi hanno rilasciato dichiarazioni che vanno nella direzione da tutti sperata. È stata scongiurata la chiusura del tratto autostradale dell’A24. Inoltre si sta già lavorando per salvaguardare sia la salubrità dell’acqua che il lavoro di un istituto di ricerca, l’INFN, del quale non possiamo fare a meno”.

Leggi ancora »

Pepe: “prioritario scongiurare definitivamente la chiusura del traforo e tutelare la difesa della risorsa acqua”

L'Aquila -- Nel suo intervento in Consiglio Regionale Pepe chiede che il Governo stanzi i 172 milioni necessari per gli interventi e che il Presidente Marsilio si faccia garante, in qualità di Commissario, dei lavori da realizzare Nel corso del suo intervento oggi, durante il Consiglio Regionale straordinario richiesto dai gruppi consiliari dell’opposizione di centrosinistra per parlare delle criticità che interessano il “sistema Gran Sasso” e scongiurare così la paventata chiusura del traforo da parte di Strada dei Parchi, il Consigliere e Vice Capogruppo Regionale del Pd, Dino Pepe, ha posto l’accento sulla necessità, imprescindibile, di tutelare il “Sistema Gran Sasso” nella sua interezza.

Leggi ancora »

Traforo del Gran Sasso: Confartigianato “danno grave e irreparabile all’economia abruzzese”

Pescara, 14 maggio - “La chiusura del traforo del Gran Sasso significherebbe spaccare in due l’Abruzzo recando un danno grave e irreparabile all’economia abruzzese”. Così il presidente e il segretario regionale di Confartigianato Abruzzo, Giancarlo Di Blasio e Daniele Di Marzio in seguito alla riunione che ieri sera si è svolta presso il Ministero delle Infrastrutture per scongiurare la decisione di Strada dei Parchi di chiudere il traforo a partire dal 19 maggio.

Leggi ancora »

Gran Sasso: Azione Civile Abruzzo “vergognose le minacce di Toto”

L'Aquila - Sulla questione della chiusura del traforo del Gran Sasso interviene Azione Civile, il movimento fondato dall’ex pm e oggi avvocato Antonio Ingroia, «Ci facciamo portatori dello sdegno dei cittadini abruzzesi  dinanzi alle vergognose minacce di un concessionario pubblico, che vanno respinte da una risposta ferma e decisa delle Istituzioni. I cui rappresentanti dovrebbero essere lì a tutela degli interessi e del bene pubblico, non per trattative e benevolenze verso gli interessi particolari di un soggetto che – passano le giunte regionali e i governi – riesce sempre ad incrementare il proprio potere. Come faccia resta un mistero, date le performance dei suoi tentativi imprenditoriali» .

Leggi ancora »