giovedì , 24 Settembre 2020

Montesilvano democratica: Tagli ai costi della politica. 1,6 mln di euro per il sociale

L’approvazione della proposta, sostengono i consiglieri di Montesilvano democratica Lino Ruggero(in foto) e Paolo Rossi, consentirebbe l’attuazione di vari interventi su piano sociale, settore in forte sofferenza che solo nell’anno passato ha subito tagli per un milione e mezzo di euro.
“La nostra città è oppressa non solo da una crisi economica senza precedenti, ma anche da una pressione fiscale ingente e le famiglie disagiate sono sempre più numerose – ha detto Lino Ruggero – in un momento così difficile anche la classe politica deve fare delle rinunce.
Chi ha scelto di candidarsi sapeva di prendersi un impegno con i cittadini di Montesilvano – ha aggiunto – ora è arrivato il momento di passare ai fatti, sacrificarsi per la comunità e rinunciare alle indennità di carica e ai gettoni di presenza”.

La misura consentirebbe di risparmiare, nei cinquantuno mesi di mandato restanti, all’incirca un milione e seicentomila euro, da suddividere in tre tipologie di provvedimenti.
Il primo, per un importo di 640mila euro, per coprire mutui e affitti calmierati, dando precedenza a famiglie con figli minori oppure ai disabili.
Il secondo, pari a 320mila euro, da impiegare attraverso voucher, sussidi e buoni occupazione per lavori di manutenzione sul territorio comunale, misura rivolta agli iscritti da più di dodici mesi nell’ufficio di collocamento territoriale, dando precedenza alle categorie protette e agli over 50.
Infine, il terzo intervento, per una spesa di 640mila euro, da destinare a fondo perduto, con un tetto massimo di 5mila euro, per l’avvio di nuove imprese locali.

“Questo è solo un esempio di come potremmo impiegare i fondi, ma siamo aperti a qualsiasi proposta che possa tutelare davvero chi si trova in grave difficoltà economica – ha detto Ruggero- Montesilvano democratica si è impegnata con la cittadinanza ad aumentare le disponibilità economiche a favore delle famiglie disagiate e la rinuncia alle indennità di carica è un buon inizio.
Il sindaco parla solo di risanamento, ma la giunta è lievitata, è stato assunto un nuovo dirigente esterno, le aliquote restano al massimo e con la rinegoziazione dei mutui il Comune, già a rischio default, deve onorare un nuovo debito di tre milioni di euro.
Basta illudere i cittadini con iniziative confuse, come ‘M’impegno per Montesilvano’, è solo fumo negli occhi – ha concluso Ruggero – al posto delle parole servono i fatti e ora la classe politica deve dare il buon esempio, facendo sacrifici come tutti”.

Guarda anche

Di Marzio (Confartigianato) “dopo gli Alpini, Banca d’Italia e altre, anche Camera di Commercio lascia Teramo”

Teramo – «La CONFARTIGIANATO Teramo ha lottato dall’inizio per evitare di regalare la Camera di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

due × quattro =